Le Rune alla Galleria dei Cristalli

Rune2
Novità in arrivo alla GALLERIA DEI CRISTALLI: da oggi sono disponibili le RUNE, incise su pietre naturali burattate e contenute in uno splendido bauletto di legno di betulla. Dopo tante richieste e tanto cercare, Giorgio e Rossana sono riusciti ad avere questi strumenti di divinazione, realizzate secondo criteri di qualità e non solamente “commerciali”.
Le RUNE sono il linguaggio segreto del mondo. RUNA significa “segreto”, “sussurro” e proprio da questa definizione provengono il mistero e la magia che da sempre le circonda.
Trovano origine nella tradizione germanico-vichinga e furono usate anche dal misterioso popolo Celtico come strumento divinatorio associato alla forma tradizionale divinatoria druidica espressa attraverso la lettura degli Ogham: pezzetti di legno intagliati con i simboli rappresentanti il loro alfabeto criptico.
Tali pratiche venivano comunque tramandate oralmente e per questo motivo, quando si legge un testo sulle Rune, è possibile trovarci di fronte a simboli differenti e con nomi molto diversi.
Ciò è dovuto al fatto che le fonti legate alle Rune, essendo appunto un insegnamento orale, sono molteplici e ognuna si rifà alla memoria delle singole persone. Quello che importa, però, è la loro efficacia e qualsiasi fonte userete, troverete che ciò che dicono risponde sempre alla realtà. Sono in effetti una fonte inesauribile di potenza, possibilità, suggerimenti; un metodo divinatorio molto valido usato anche ai giorni nostri. In Europa, soprattutto quella settentrionale, durante il medioevo, le rune furono protagoniste di svariati rituali magici. I simboli delle rune ci parlano della vita di tutti i giorni e vengono incise su tavolette di legno o su sassolini e conchiglie e i maghi e le streghe, gettandole a terra, ne leggono gli auspici.
In totale le rune sono ventiquattro, più la runa senza nome.
Alcuni antichi saggi guaritori provenienti dai paesi Scandinavi e del Nord Europa in generale utilizzavano le rune, appunto, simboli angolari, scolpiti su pietre o incisi nel legno, per interpretare il mondo attorno a loro e capire le potenti energie di cui l’Universo è intriso. La conoscenza runica ha molte similitudini con le concezioni spirituali dei Nativi Americani e in parte del Taoismo.
Le rune sono archetipi ancestrali, figlie secondo la leggenda della sete di ricerca e scoperta che portarono Odino a sacrificare addirittura un occhio, appeso a testa in giù tra i rami di Yggdrasil, “l’albero della vita e del mondo” , pur di percepirne il messaggio di rivelazione. Le rune vennero dapprima utilizzate dagli antichi Norreni, le genti da cui nacque il popolo marinaro guerriero dei Vichinghi che conquistò l’Europa tra il VII e l’XI secolo, come vere e proprie lettere dell’alfabeto, poi rese protagoniste da Druidi e “Uomini Medicina”, di letture divinatorie, assurte ad oracolo senza il responso delle quali nulla veniva intrapreso.

Rune1

Condividi ora su:

Pubblicata il by RossanaGir8 Caricata in Minerali e Pietre

2 Responses to Le Rune alla Galleria dei Cristalli

Lascia un commento