Presentazione di Zixu.

Sabato 15 Marzo 2014, dalle ore 9.30 presso la Sala Consiliare, il Museo Archeologico di Sesto Calende presenterà il primo volume di “Zixu”, una collana di studi monografici sulla cultura di Golasecca che vuole raccogliere e raccontare gli studi e le ricerche su questa antica popolazione che ha abitato i nostri territori prima dell’epoca Romana, lasciandoci preziose testimonianze dei loro usi e costumi.

Il volume è frutto degli studi dei membri di un comitato scientifico composto da Rossana Cardani Vergani , Raffaele C.De Marinis, Filippo Maria Gambari e Barbara Grassi, coordinato dal conservatore del nostro museo di Sesto, Mauro Squarzanti, e aiutato da un comitato di redazione (Alessandro Guerroni, Daniele F.Maras e Paolo Zoboli), tutti benemeriti appassionati della nostra archeologia, ha che tanto hanno dato e continuano a dare alla nostra città.

Gli studi presentati nel volume riguardano la storia della cultura di Golasecca e delle ricerche correlate, l’accurata descrizione di alcuni importanti ritrovamenti, la studio della scrittura celtica preromana e la carta archeologica del territorio di Sesto Calende.

La presentazione sarà a cura del prof. G. Armocida dell’Università dell’Insubria e sarà preceduta da alcuni interventi del Soprintendente per i beni archeologici della Lombardia, dott. F.M. Gambari, del Senior Full Professor, dott. R. De Marinis (Università degli Studi di Milano) e del dott. D.F. Maras, socio corrispondente della Pontificia Accademia romana di archeologia.

Nell’occasione saranno visitabili le rinnovate sale del Museo Archeologico.

Presentazione di Zixu

Presentazione di Zixu

Condividi ora su:

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie

About admin

Lo Staff ILSC, sono soci dell' Associazione I Love Sesto Calende che ogni giorno mettono passione e impegno per promuovere I Love Sesto Calende il l primo Urban Blog della provincia di Varese. Un progetto nato nel 2012 allo scopo di promuovere on-line e sui social la città di Sesto Calende e le attività che ne fanno parte dell'associazione.

Lascia un commento