NeverWasRadio la smart-radio del momento

Ne parliamo con Michele Ponti

“NeverWasRadio nasce nell’ottobre 2012 da un gruppo di ragazzi di Sesto Calende che gravitano intorno al mondo della musica. È una radio web in onda 24 ore su 24 ed è gestita completamente da giovani.”
Così li ha presentati Varesenews poche settimane fa, ma noi vogliamo saperne un po’ di più e abbiamo intervistato Michele Ponti il presidente della Radio e dell’associazione S.M.ART.

D. Una web radio, che cosa ha di diverso da una radio tradizionale?

radio1Una web radio è, come dice la parola stessa, una radio che si può ascoltare da internet.
Funziona come una radio tradizionale, ma per ovvi motivi di costi è molto più semplice da gestire. La differenza fondamentale è che la trasmissione dei programmi non è limitata al campo d’azione di un’antenna: tramite internet è possibile ascoltarla ovunque nel mondo, anche con uno smartphone.

D. Come nasce questa idea? Quanto è durata la ‘gestazione’, quali difficoltà avete incontrato?

La definirei un tipico caso di serendipità, ovvero scoprire una cosa non cercata e imprevista mentre se ne sta cercando un’altra.Tre anni fa, Alberto Quaglini, presidente del Circolo Sestese, ha percepito una domanda presente tra molti giovani, che richiedevano a gran voce uno spazio a loro dedicato dove poter assistere ed eventualmente organizzare concerti live a Sesto Calende.

radio2Proprio grazie agli spazi che sono stati “aperti” dal Circolo Sestese, io e altri giovani abbiamo costituito un gruppo informale composto da musicisti, dj e speaker radiofonici e tra il 2010 e il 2012 abbiamo organizzato numerosi eventi e concerti presso La Marna e il Dea Beach.
In quel periodo coi fondi del progetto CHIAVE, un progetto per  le politiche giovanili avviato dal Comune nel 2008, è stato aperto lo Spazio Giovani all’ex “Ospedaletto” (c.so Matteotti).
Fino allo scorso anno questo spazio è stato utilizzato principalmente dalla cooperativa sociale L’Aquilone per svolgere regolarmente le proprie attività di “Educativa di Strada” e grazie ai finanziamenti di cui ho parlato prima, sono stati messi a disposizione dei ragazzi microfoni, computer, mixer … insomma tutto quello che è necessario per gettare le basi per “fare” una radio.
Quasi per destino, alcuni giovani del nostro gruppo si sono trovati a collaborare con la cooperativa L’Aquilone su alcuni progetti legati al mondo della musica e della radio ed è così che abbiamo notato un preciso bisogno di molti ragazzi di comunicare ed esprimere il proprio talento.

D. Dunque la Radio ha delle ambizioni, vuole farsi… ‘impresa’?

Si, infatti il nostro progetto nasce anche da un percorso di sensibilizzazione sulla tematica dell’imprenditoria giovanile e dell’associazionismo che ci ha portato a partecipare ad un bellissimo convegno a Rovereto (TN) insieme a numerose realtà giovanili provenienti da tutta Italia,
E’ proprio dal concetto di “fare qualcosa di utile per se stessi e per gli altri” che abbiamo deciso a Ottobre 2012 di “prendere in mano” la situazione, allestire perfettamente la strumentazione radiofonica che avevamo già a disposizione e  dar vita a NeverWas Radio e ad un’associazione che abbiamo chiamato S.M.ART (Sinergie Multilaterali Artistiche) (1).
Un’associazione fortemente legata al mondo della musica che crede nel lavoro di squadra, incentivando l’aggregazione tra giovani desiderosi di mettersi in gioco, promuovendo lo scambio e l’incontro di persone, esperienze, idee e competenze.
Ovviamente ci siamo dovuti scontrare con non poche difficoltà … dalle più banali incomprensioni,  alla sempre difficile missione di ottenere fiducia da parte di chi è più grande di noi e che non sempre è propenso ad accettare le idee e le proposte di giovani “sognatori”.

logo_smart

D. Il vostro sembra un gruppo affiatato, che cosa vi unisce?

radio4Il nostro è un gruppo molto affiatato, molti di noi sono musicisti e fanno parte di band provenienti da Sesto o dalla provincia di Varese. Partecipando attivamente alla vita culturale della provincia abbiamo capito come sia molto difficile proporre e realizzare individualmente nuovi progetti.
Fondare l’associazione S.M.ART è stata sicuramente  la risposta che ci voleva e sono contento di poter dire che molti ragazzi, oltre al nostro gruppo “storico”, hanno deciso di aderire alle nostre attività ed ai nostri progetti. Il gruppo si è allargato molto e si è creata una sintonia straordinaria tra tutti i giovani che gravitano attorno alla radio e all’associazione.

D. dunque non vi occupate solo di radio…  A chi vi rivolgete con il vostro progetto?

In effetti la radio è “solo” il primo progetto che abbiamo realizzato.
Abbiamo in mente tante iniziative e proposte e servizi, da corsi di formazione radiofonica, al progetto di laboratori artistici e musicali, all’organizzazione di eventi e concerti.
Si vuole offrire ai giovani (ma non solo) del territorio delle valide opportunità culturali e formative, promuovendo la cooperazione, lo scambio e il confronto tra i ragazzi, ma anche tra associazioni, enti o istituzioni .

D. A Sesto ricordiamo ancora l’esperienza di SESTO RAGGIO (2) che cosa avete in comune con quella esperienza, qualcuno di voi ne ha fatto parte?

Alcuni ragazzi del nostro gruppo hanno fatto parte del SESTO R.AG.GIO  e la ricordano come un’esperienza formativa  di successo che ha contribuito a cambiare e migliorare la vita dei giovani Sestesi all’insegna della cultura e della partecipazione.
Anche noi ci proponiamo di promuovere la partecipazione e l’aggregazione giovanile, ma ci siamo sempre mossi su altri canali e generalmente affrontiamo anche tematiche differenti.
Grazie alla radio siamo riusciti in breve tempo a suscitare un notevole interesse e molti giovani si sono avvicinati a S.M.ART in modo spontaneo, per conoscere il nostro progetto e desiderosi di far parte dello staff di NeverWas Radio.

Ringrazio I Love Sesto Calende per lo spazio che ci offre: siamo una realtà molto legata alla nostra città e sono contento di far conoscere la nostra associazione a tutti i sestesi ed ai lettori del blog!

Per ascoltare la radio ed informarvi sui nostri progetti vi invito a visitare il nostro sito ufficiale ed il nostro profilo sui principali social network, oppure passare a trovarci allo Spazio Giovani in C.so Matteotti 24.

www.associazionesmart.it
www.facebook.com/neverwasradio
www.twitter.com/neverwasradio

Note:
(1) SMART, come sappiamo,  è anche il termine inglese ormai adottato dalla nostra lingua per dire di qualcosa o qualcuno ‘sveglio’, intelligente, capace di.
(2)  SESTO R.AG.GIO è stata un’associazione giovanile Sestese che ha organizzato eventi, mostre e rassegne musicali e culturali tra il 2005 e il 2010.

Condividi ora su:

Pubblicata il by admin Caricata in I Sestesi

About admin

Lo Staff ILSC, sono soci dell' Associazione I Love Sesto Calende che ogni giorno mettono passione e impegno per promuovere I Love Sesto Calende il l primo Urban Blog della provincia di Varese. Un progetto nato nel 2012 allo scopo di promuovere on-line e sui social la città di Sesto Calende e le attività che ne fanno parte dell'associazione.

Lascia un commento