LA “SECONDA QUARESIMA”DA HOLLY

Pubblicata il by hollydrink Caricata in Bar Enoteche, In Primo Piano | Lascia un commento  

 Serata con Bistecche frollate 40 giorni

Diciamocelo chiaramente, il vero lusso al giorno d’oggi è il tempo, tutto deve essere veloce, tutto deve essere pronto subito, nessuno e niente può permettersi di aspettare.

Ma il tempo è anche il grande giudice e complice del gusto! Come per i vini, il poter attendere appagherà maggiormente il nostro palato.

Bistecca La bistecca, anzi la buona bistecca, è uno di quei cibi di cui il tempo è amico. La carne deve essere frollata per permettere quelle trasformazioni chimiche che ne cambiano la struttura e ne esaltano morbidezza e gusto.

Questa pratica è purtroppo però caduta in disuso ma “Gianni Macelar” ed Holly vogliono però proporre una operazione di recupero dei veri gusti e di riconquista del tempo che ci è stato sottratto dai dittatoriali ritmi moderni.

Gianni inizierà a breve una selezione di bistecche che metterà a frollare per 30/40 giorni nella propria cella. Una vera e propria Quaresima dove per 40 giorni aspetteremo la vera carne.

Il numero di bistecche che verrà messo a stagionare non sarà ovviamente alto e perciò la raccolta delle prenotazioni inizia sin da subito.

Quindi, ricapitolando, armatevi di prenotazione, tanta pazienza e voglia di aspettare, e tanto appetito per gustarvi una bistecca come poche volte vi capiterà di assaggiare.

Adesso vi starete chiedendo quando ? Questo va ancora stabilito. Le bistecche vanno coccolate e l’operazione va definita e concordata col giusto anticipo. Quindi si inizia dalla raccolta delle adesioni e successivamente verrà stabilita la data dell’evento.

Contattate Fabio, Enoteca Holly Drink Via F. Zutti 2 Tel.0331920610 info@hollydrink.it, date le vostre disponibilità e la cosa prenderà forma nei giusti tempi.

Tanto, il tempo, è proprio quello che non ci manca…..

Conferenze musicali del Maestro Roberto Misto

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Il bravissimo direttore d’orchestra che abbiamo conosciuto anche a Sesto nella magnifica serata del 9 marzo, in occasione del concerto tenuto in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e di Richard Wagner, torna a Sesto Calende per tre conferenze su interessantissimi temi connessi al mondo musicale.

direttoreIl ciclo, dal titolo “TUTTA UN’ALTRA MUSICA“, si articola in tre serate (alle ore 20,30 in sala Varalli nel palazzo comunale) focalizzate sui seguenti argomenti:

  • mercoledì 20 marzo:
    VEDERE LA MUSICA (quando il suono diventa segno nell’arte)
  • mercoledì 27 marzo:
    IL MITO DEL MAESTRO  (i grandi direttori d’orchestra e il loro potere)
  • mercoledì  3  aprile:
    EROS IN MUSICA (Kierkegaard e il Don Giovanni di Mozart)

Gli argomenti, di sicuro interesse per gli amanti della musica, buttano una luce nuova su inconsueti aspetti che ruotano attorno al mondo dei suoni.

Maggiori informazioni le trovate nell’oposculo allegato.

volantino_musicali_1

volantino_musicali_2

Torna il mercato di antiquariato e collezionismo

Pubblicata il by RossanaGir8 Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Si chiamerà Sesto Antiqua il mercato di antiquariato e collezionismo che da dopodomani sabato 16 marzo animerà il centro storico di Sesto Calende.

antica sesto

L’iniziativa è promossa dal Gruppo Commercianti e Artigiani, convinto nella bontà di questo progetto quale interessante richiamo commerciale e turistico per la nostra città, e si propone di far rivivere alla nostra Sesto le emozioni e le occasioni trasmesse per decenni in passato . Quello di sabato 16 è un appuntamento che, nell’intenzione degli organizzatori, potrà essere ripetuto con continuità nei prossimi mesi.
Saranno una decina gli espositori protagonisti di questo evento che prenderà il nuovo nome di Sesto Antiquaria che si svolgerà,  nelle piazze Garibaldi e De Cristoforis dalle 8,30 alle 18,30.
Gli espositori sono tutti professionisti del settore, provvisti di regolare licenza, e l’esposizione consisterà in mobili d’epoca e restauro, ceramiche artistiche, oggettistica vintage, numismatica, militaria e minerali da collezione.
Dal prossimo mese di aprile il blog I Love Sesto Calende presenterà singolarmente gli espositori di Sesto Antiquaria.

Ricordiamo che Sesto Antiqua è riservato ad operatori commerciali su invito.                                                                                   Per informazioni: associazione@ilovesestocalende.it

Proiezione filmato Arte contemporanea

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Giovedì 21 marzo 2013 alle ore 18.00

la Commissione Cesare da Sesto

è lieta di invitarvi
nella sala Varalli – Palazzo comunale

alla proiezione del filmato

Arte contemporanea primi orientamenti“.

 Comunicato

Il negozio Moroni Casalinghi si rinnova

Pubblicata il by Moroni Caricata in Articoli Regalo e Casalinghi, In Primo Piano | Lascia un commento  

Un locale rinnovato per lo storico negozio Moroni che si è rifatto il look all’insegna della luminosità. Dopo un paio di settimane di lavori sono caduti i veli dalle vetrine ed i clienti possono finalmente vedere i risultati.

Piccole ma sostanziali modifiche che hanno mantenuto l’impianto storico del palazzo del centro di Sesto dando però più luce e creando spazi più Ariosi come è la tendenza attuale dei punto vendita.

moroni_2Entrando si rimane colpiti dai toni tenui che esaltano lo spazio e dal senso di profondità creato dalla eliminazione della scala che ha valorizzato l’arco centrale.

Sulla destra ritroviamo il tradizionale tavolo Swrosky mentre sulla sinistra un nuovo o spazio e’ stato creato per valorizzare tutta l’offerta Thun che per la sua varietà’ di originali proposte necessitava di una superficie espositiva in linea con il successo commerciale.

Conservato l‘angolo delle proposte di qualità della Barazzoni ed a seguire troviamo tutte le proposte per la cucina, in grado di soddisfare le esigenze di ogni master chef.

Un negozio nuovo ma in linea con tanti anni di offerte di qualità, in cui si declina il concetto moderno di cucina come ambiente integrato e funzionale all’eleganza della casa e con un occhio di riguardo anche per l’auto gratificazione della donna e non solo della cuoca.

moroni_thun

 

 

Tutti Colpevoli… a Sesto Calende

Pubblicata il by RossanaGir8 Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Nuovo appuntamento con Segnalibri, la fortunata serie di aperitivi con gli autori organizzata dalla Biblioteca Civica e dall’Assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Sistema Bibliotecario dei Laghi.

librocovaMercoledì 13 marzo, alle ore 18.00 sarà la volta di Sergio Cova, scrittore di Biandronno, introdotto dalla giornalista Elena Sedin (La Prealpina).
Il romanzo d’esordio di Cova, “Tutti Colpevoli” edito da Macchione è un giallo dinamico, dove il ritrovamento di un cadavere sulla riva del lago dà il via a un’indagine di stampo classico, che tocca diverse realtà e porta alla luce segreti e personaggi di un paese del varesotto che ogni lettore può immaginare come il proprio.
covapinkIl protagonista, commissario Scalabrin, e i suoi collaboratori (agenti della questura, ispettore della scientifica, medico legale) ci riportano nel mondo familiare della fiction, Montalbano su tutti, ma anche Soneri, De Luca, Barnaby.
Gli eventi che compongono la storia fanno parte della vita quotidiana della nostra provincia, e tocca temi profondi come le morti bianche e le difficoltà dei lavoratori e dei piccoli imprenditori.
Sergio Cova ha una scrittura scorrevole, senza incertezze o ingenuità, con tratti ironici e poetici, e la storia funziona dall’inizio alla fine.
C’è perfino la giornalista di una testata locale, giusto per sentirsi “a casa”. Ed è una sensazione davvero piacevole.

 

Ciao, Gina

Pubblicata il by RossanaGir8 Caricata in I Sestesi, In Primo Piano, Notizie | 1 Commento

Gina Bonenti Mira D’Ercole, classe 1916, ci ha lasciato ieri, domenica 24 febbraio. Donna di rara intelligenza e curiosità, era una Poetessa. Di quelle vere.

È sempre difficile portare l’attenzione culturale sulla Poesia, forma d’espressione amatissima, e molto seguita, che però rischia di restare ancora racchiusa in una sorta di torre d’avorio.
Certo è che viene sottovalutata la sua grande ricchezza non solo letteraria, ma anche filosofica e sociale, oltreché linguistica e sintattica. Eppure la manifestazione di un concetto, i termini evocativi d’immagini, il piacere di dipingere con le parole, sono caratteristiche proprie di un’opera poetica, caratteristiche che ci insegnano la lingua, che suscitano emozioni agendo come “balsamo per l’anima”.

Gina Bonenti Mira D’Ercole, patrimonio poetico nazionale non soltanto confinato nella nostra provincia, è un esempio di come la poesia può rappresentare un tesoro culturale molto prezioso. La sua vita è un cammino accompagnato dalle parole che sanno essere sì letteratura ma soprattutto coscienza, impegno, levità e passione.

Gina impara a leggere da sola, e dopo un’infanzia trascorsa con i nonni a Taino, comincia a scrivere e a pubblicare racconti sul settimanale Piccola Fata. La seconda guerra mondiale e l’impegno della famiglia le fanno accantonare la scrittura fino al 1958, quando vince un concorso organizzato da Vittorio Vettori per l’Unione Poeti e Scrittori Latini. L’anno seguente pubblica un libro di racconti per ragazzi tradotto e diffuso in molti Paesi europei, in Sud America e in Algeria. Collabora con la prima edizione di “Novella 2000”, diretta da Ottavia Vitagliano,all’epoca ben lontana dal filone gossip, e con La Prealpina; un incontro – quest’ultimo – che durerà ben 18 anni, fino alla morte del codirettore Nino Miglierina.
Per oltre quarant’anni fa parte della redazione della prestigiosa rivista “Alla Bottega di Milano”: Mario Luzi, Vittorio Sereni, Peter Kolosimo, Cesare Zavattini e altri sono tra i suoi estimatori.                                                                                             Nel 2007 ecco la sorprendente raccolta di haiku, lucidi e ironici, lievi e modernissimi. (…Poi la gramigna fiorì – ediz.Ibiskos).

La poesia di Gina Bonenti Mira d’Ercole nasce spontanea, ma cresce alimentata dall’impegno sociale, da una vastissima cultura e dalla profonda ricerca linguistica e stilistica. Una poesia alta, che sa fuggire l’ovvietà e scardinare certezze, illuminare il buio della ragione per indicare la via grazie a parole guerriere e sillabe sfavillanti.

Un abbraccio alla famiglia, di cui fa parte l’ex Sindaco Eligio Chierichetti. I funerali si terranno martedì 26 febbraio nella chiesa dell’Abbazia di san Donato, a Sesto Calende.

Rossana Girotto