Bande in Piazza.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Domenica 11 Maggio 2014 la Banda Cittadina, con l’Amministrazione Comunale di Sesto Calende, organizza un Raduno Bandistico che vedrà presenti:

– il Corpo Musicale “Giovanni Colombo” di Sesto Calende, Direttore Renato Agliata
– il Premiato Corpo Musicale di Delebio (SO), Direttore Ivana Zecca
– il Corpo Musicale “Santa Cecilia” di Barasso, Direttore Fabrizio Tallachini
– la Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Laveno Mombello, Direttore Maurizio Zocchi

….e la partecipazione straordinaria dell’ Insubrian Horn Sound

Il programma:

14.30 Sfilata delle Bande in Centro

15.00 Concerti in Piazza De Cristoforis e presso il Municipio
17.00 Esecuzione del brano d’assieme e premiazioni in piazza De Cristoforis

21.00 Concerto dell’Insubrian Horn Sound presso la sala consiliare del Municipio

In caso di pioggia i Concerti Pomeridiani si terranno presso la Sala Consiliare e alla Marna e sarà cancellata la sfilata.

 

Non occorre presentare il ben noto ed apprezzato  Corpo Musicale “Giovanni Colombo”, vanto della nostra Città, tanti e continue sono le esibizioni e i concerti cui i Sestesi hanno assistito.

G.Colombo - Sesto Calende

G.Colombo – Sesto Calende

Ci preme solo ricordare che le origini  sono davvero lontane: la documentazione dell’Archivio di Stato di Milano autorizza a fissare la data ufficiale della fondazione al giorno 12 Luglio 1822, data in cui la Direzione Generale di Polizia comunica al Commissario Distrettuale di “Soma” l’autorizzazione all’avvio della progettata Società Filarmonica di Sesto Calende.

E’ però necessaria una breve presentazione degli altri complessi che si esibiranno Domenica 10 Maggio 2014 a Sesto Calende.

 

Premiato Corpo Musicale di Delebio (SO)

Le prime testimonianze attendibili su di un complesso bandistico delebiese risalgono al 1859, anno in cui la direzione fu affidata al M° Corti Albino, all’epoca giovane ventiquattrenne con una carriera bandistica di tutto rispetto maturata presso le Bande Reggimentali Austriache; fissata la sala prove presso un locale di Casa Bassi, si dice che la banda era già presente alle otto processioni della comunità parrocchiale, dava il passo alla sfilata della Guardia Nazionale nella Festa dello Statuto, rallegrava le sagre di primavera e d’autunno a Delebio e nei paesi vicini e, grazie alle cronache dei giornali dell’epoca (in particolare “la Provincia”), prestava servizio anche durante le manifestazioni d’inaugurazione di nuove opere come quella indetta il 15 giugno 1885 per il varo della nuova (all’epoca) linea ferroviaria Colico-Sondrio.

Premiato Corpo Musicale di Delebio

Premiato Corpo Musicale di Delebio

Entrata così nel tessuto della vita religiosa, civile, ricreativa del paese, la Banda Municipale Delebiese (primo nome della banda) si dedicò non solo all’esecuzione di marce e brani ballabili, adatti all’accompagnamento di feste e sagre paesane, ma, in seguito, cominciò ad affrontare, sull’onda d’entusiasmo suscitata dalle musiche verdiane dell’epoca (risorgimentale), l’esecuzione di arrangiamenti dei preludi e delle arie più conosciute delle opere del noto compositore di Busseto (Giuseppe Verdi) diventando così sempre di più una discreta “banda da concerto”

 

Corpo Musicale “Santa Cecilia”  di Barasso (VA).

ll primo documento del Corpo Musicale S. Cecilia risale al 1904: è un primo statuto che, con evidente omaggio alle nobildonne di Casa Savoia, lo denomina Corpo Musicale “Regina Margherita”.

Per circa 90 anni il Corpo Musicale è stato per i Barassesi “semplicemente” la Banda di Barasso”, e come tutte le bande ha interpretato molti ruoli: solenne durante le funzioni religiose, ufficiale nelle celebrazioni patriottiche ma anche chiassoso durante le sagre e …culturale nell’irrinunciabile rito dei concerti in piazza.

Corpo Musicale Santa Cecilia

Corpo Musicale Santa Cecilia

Insomma un immancabile protagonista di tutti momenti ufficiali della piccola comunità.

Oggi la banda vuole cambiare e integrarsi maggiormente in tutte quelle che sono le attività formative culturali dell’associazione.

In occasione del Centenario della Banda, il Centro Formazione Musicale ha pubblicato un libro contenente le foto storiche, i vecchi statuti, i regolamenti della compagnia, e una raccolta di notizie e di aneddoti utili a chi volesse curiosare un pò nel passato del Corpo Musicale S. Cecilia.

Il libro, curato da Nicoletta Motta e Luigi Piatti, è stato distribuito a tutte le biblioteche della Provincia e testimonia 100 anni di presenza sul territorio. Una copia del libro è stata anche offerta a tutte le famiglie di Barasso. E’ possibile ottenerne una copia presso la sede dell’Associazione.

 

La Filarmonica “G. Verdi”  di Laveno Mombello (VA)

A Laveno esisteva un complesso bandistico fin dalla metà del 1800.

Il primo statuto ufficiale della allora “Filarmonica Giuseppe Verdi”, tutt’ora esistente in archivio risale comunque al 1901. Nei primi anni del secolo scorso Laveno, Mombello e Cerro, ora raggruppati in un unico comune erano divisi ed ognuno di essi aveva la sua banda autonoma: a Laveno se ne contavano addirittura due la “Giuseppe Verdi” e la “Filarmonica Operaia”.

La Filarmonica G. Verdi  di Laveno Mombello

La Filarmonica G. Verdi di Laveno Mombello

Le guerre mondiali portarono ad una drastica diminuzione degli organici e, dopo il secondo conflitto mondiale, un’ulteriore ristrutturazione disegna le basi del “Corpo Filarmonico Cittadino” che con la chiusura della “Filarmonica Mombellese e della Noella” di Cerro rimane l’unica realtà bandistica del nuovo comune di Laveno Mombello.

Nel frattempo l’età media dei musicanti si abbassa, inoltre a partire dal 1974 entrano a far parte dell’organico le prime quattro ragazze ed il gruppo musicale di Laveno Mombello diventa sempre più giovane, mentre il repertorio viene modernizzato inserendo composizioni originali per banda, musica commerciale contemporanea, jazz e rock, pur non rinunciando definitivamente alle vecchie trascrizioni classico/operistiche.

Dopo un felice periodo di grande crescita artistica iniziata nel 1990 con l’incisione di un disco registrato dal vivo e proseguita con partecipazioni a convegni, concerti esterni in prestigiose località italiane ed estere ed una simpatica apparizione nel corso del 1996 al programma della RAI “Uno Mattina”, arriviamo al 1997 che è stato il culmine della crescita artistica del complesso, grazie alla vittoria assoluta del 2° Concorso Nazionale per complessi bandistici tenutosi a Lavagna (GE).

 

Insubrian Horn Sound

L’ Insubrian Horn Sound é un gruppo formato da cornisti Italiani e Svizzeri attivi sulla scena musicale della regione da cui traggono il nome.

Formatosi in occasione del masterclass di corno tenuto a Mendrisio nel luglio 2012 dal Maestro Ivan Zaffaroni, si é esibito nel concerto di chiusura, concerto il cui incasso é stato devoluto a favore della popolazione emiliana colpita dal sisma.

Insubrian Horn Sound

Insubrian Horn Sound

La qualità del risultato artistico, unita al piacere di suonare tra musicisti che condividono l’amore per uno strumento impegnativo ma prodigo di emozioni, ha fatto si che il gruppo continui ad esistere mantenendo come scopo morale la beneficenza nei confronti delle persone piu’ svantaggiate; ovviamente questo scopo sarebbe inattuabile senza la partecipazione del pubblico e l’appoggio degli sponsor ed è per questo che vi invitiamo a seguirci: un modo di passare una serata piacevole che diventa anche occasione di donare un piccolo raggio di sole nelle vite altrui.

Le Opere di LAILA MURAYWID.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

La Commissione Cesare da Sesto annuncia con grande piacere che il 3 Maggio 2014 si
inaugurerà la mostra di opere recenti di LAILA MURAYWID, sua prima esposizione in
Italia.

L’artista, siriana diplomata della facoltà delle Belle Arti di Damasco e della Scuola Nazionale delle Arti figurative di Parigi, vive e lavora in Francia dal 1981.

La cocciuta ricerca di una personale espressione della femminilità, l’ha condotta a esplorare il mondo della maschera e del gioiello, della fotografia e della scultura, del disegno e della pittura.

Il suo incontro con queste discipline, il suo rinnovarle con l’apporto di materiali inusitati, non è passato sotto silenzio: musei e gallerie, collezionisti e istituzioni pubbliche internazionali, si sono interessati al suo lavoro arricchendone collezioni private e ospitandolo in spazi espositivi prestigiosi.

Dal 1992 ad oggi, sue opere sono state presentate in Francia, Germania, Libano, Marocco, Inghilterra, Stati Uniti, Belgio, Siria, Emirati Arabi.

Ha immaginato e realizzato azioni e eventi presso Musei delle Arti Decorative e della Moda in Europa e in Asia.

Occorre vedere nel suo lavoro non soltanto un fattore di comprensione del disagio che la donna vive in atti e parole oggi ancora, ma anche la denuncia di diffuse violenze, guerre e estremismi.

Scopo di questa mostra non è tanto comporre un’antologia di opere di grande abilità grafica, quanto di far conoscere la sorprendente duttilità di Laila Muraywid che crea i suoi soggetti utilizzando indifferentemente la tecnica fotografica o il disegno o la materia.

Inaugurazione Sabato 3 Maggio 2014 ore 18

La mostra rimarrà aperta sino al 25 Maggio 2014 con i seguenti orari

giovedì – venerdì dalle 17 alle19
sabato e festivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19

Palazzo Comunale – Piazza Mazzini
21018 Sesto Calende

Coreografia delle Illusioni

Coreografia delle Illusioni

Manzoni a Sesto Calende.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Manzoni a Sesto Calende

La musica, i luoghi, «I Promessi Sposi»

 

Dopo il successo di «Dante a Sesto Calende: la musica, i luoghi, la Commedia» nel 2013, l’Assessorato alla Cultura e la Biblioteca Comunale di Sesto Calende proseguono l’itinerario attraverso i classici della letteratura italiana, i grandi della musica e, insieme, attraverso i luoghi più belli e suggestivi della città lombarda: e più riconoscibilmente lombardo è l’appuntamento di quest’anno con i manzoniani «Promessi Sposi», articolato in due spettacoli e ancora ideato da Paolo Zoboli per la parte letteraria e da Marco Giani per la parte musicale.

Il primo spettacolo (Domenica 4 Maggio 2014, alle ore 18) sarà ambientato sulla Riva del Lago, al Parco Europa della frazione Sant’Anna, e riguarderà la prima parte del romanzo, quella che si svolge nel paese di Renzo e Lucia: ecco allora, dopo il preludio celeberrimo («Quel ramo del lago di Como…»), i momenti salienti dell’incontro di Don Abbondio con i bravi e del tentativo di matrimonio a sorpresa («la notte degl’imbrogli») e, a intensissima e lirica conclusione, l’«Addio, monti…» di Lucia.

Il secondo spettacolo (Domenica 18 Maggio 2014, ore 18) troverà invece una ambientazione ideale nel quadro suggestivo della frazione di Oriano, sul sagrato della piccola e antica chiesa di Sant’Antonio Abate, e proporrà inizialmente due dei momenti più drammatici dei capitoli successivi – la notte dell’innominato e il sogno di Don Rodrigo – per poi toccare i toni mesti e insieme luminosi dell’addio di Padre Cristoforo ai due promessi («Amatevi come compagni di viaggio…») e per rasserenarsi infine nel «sugo di tutta la storia», il finale del romanzo.

Le letture di Paolo Zoboli saranno intervallate e tessute, nel primo spettacolo, dall’European Soloist Quartet di Roberto Lucano, che proporrà quartetti di Tchaikovsky, Mozart e Bach; nel secondo, dal clarinetto di Marco Giani e dal Quartetto Indaco, che proporranno quintetti di Weber e quartetti di Ravel e Brahms.

In caso di maltempo il primo spettacolo si terrà nel salone del Parco Europa, il secondo all’interno della chiesa di Sant’Antonio.

Per informazioni: Biblioteca comunale (tel.: 0331.928160; e-mail: dada@comune.sesto-calende.va.it oppure biblio@comune.sesto-calende.va.it).

Pausa Pranzo a Sesto Calende

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

  La Casa della Pasta Fresca ®

La Pausa Pranzo a Sesto Calende

Uno dei motivi per venire a pranzo da noi e che ci differenzia da un qualsiasi ristorante, è la possibilità di vedere, prima di ordinare, quello che si mangerà. E non è poco.

Ravioli La Casa della Pasta Fresca

Quante volte capita di ordinare qualcosa da un menù, immaginando e pregustando qualcosa che poi si rivela tutt’altro.

A La Casa della pasta fresca, non solo potete vedere prima di scegliere ma se siete indecisi o avete qualsiasi dubbio potete chiedere e noi  vi accontenteremo: con una degustazione di primi e anche di secondi oppure facendovi  scegliere direttamente dal banco un tipo di pasta o di raviolo che vi verrà preparato al momento.

 VEDI IL VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=zXYZFGL2j_0 

Ogni giorno, seguendo quello che la stagione offre, cerchiamo di proporre piatti gustosi, genuini  e perché no anche insoliti.

Cerchiamo di variare sempre, mantenendo qualche piatto che non tramonterà mai come le nostre Lasagne fresche, Crespelle farcite, Gnocchi di Patate e Gnocchi alla Romana, Parmigiana di Melanzane, il Fritto misto di pesce e tante altre pietanze sfiziose per una pausa pranzo gustosa e leggera.

E, naturalmente, i Ravioli: dopo aver gustato un piatto del nostro Raviolo di Sesto Calende condito con un battuto di scalogno e code di Gamberi, la pausa pranzo può dare una svolta al resto della giornata.

Enzo-Iacchetti-Susy-Milani-e-il-Raviolo-di-Sesto-Calende1

ART_-STAMPA-LA-PROVINCIA-I-NOMADI-Copia-x-web

2

Venite a “vedere”

Vi aspettiamo, tutti i giorni dalle 12 alle 14 circa

Si accettano tutti i tipi di Ticket

Logo La Casa della Pasta Fresca

Guarda su Youtube i nostri Video:  

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self  Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

info@lacasadellapastafresca.itwww.lacasadellapastafresca.it

www.facebook.com/LaCasadellaPastaFresca

Con lo Sten e con la Gonna.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

L’ANPI di Sesto Calende e l’Associazione Culturale Stella Alpina di Pombia allestiranno la mostra fotografica “Con lo Sten e con la gonna”.

La mostra fotografica, che si inaugura Sabato 19 Aprile 2014 alle ore 17, e che si terrà presso la Sala Consiliare del Municipio di Sesto Calende, sottolinea l’apporto delle donne alla Resistenza, soprattutto attraverso delle testimonianze che riguardano figure note e meno note della storia italiana del Novecento.

Una di queste storie è quella della maestra Rosetta Pozzoli, infermiera all’Ospedale Maggiore di Milano, fugge in montagna e, aggregata alle brigate partigiane del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, riesce a evitare la deportazione in campo di sterminio in Germania per puro miracolo.

La mostra fotografica presenta un aspetto rilevante: essa è composta da una parte, a cura dell’Associazione Culturale Stella Alpina, che proseguirà nei prossimi mesi in tutta Italia e, di volta in volta, verrà affiancata da una parte riguardante le donne della Resistenza locali.

La mostra resterà aperta sino al 25 Aprile 2014 presso la Sala consiliare del Palazzo Municipale di Sesto Calende, ingresso da Via Roma, coi seguenti orari: tutti i giorni, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19,30.

Con lo Sten e con la Gonna.

Con lo Sten e con la Gonna.

Festa di Pasqua.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Sabato 19 Aprile 2014  dalle 16.00 per le Vie di Sesto Calende Grande “Festa di Pasqua”

Un evento organizzato da Saraelleventi in collaborazione con alcuni commercianti sestesi.

Un pomeriggio festoso per tutti i bimbi che attendono con gioia la Santa Pasqua.

Come da tradizione, nelle Vie del Centro, verranno organizzate delle postazioni di animazione con : truccabimbi, laboratori , cartomante, racconta fiabe, artisti di strada, trampolieri, giocolieri, mangia fuoco, ballon artist ed una postazione con lo spettacolo del circo.

Novità di quest’anno …laboratorio in lingua inglese ed un laboratorio speciale per preparare insieme un lavoretto Pasquale.

Il divertimento per grandi e piccini è assicurato.

Vi aspettiamo numerosi!!!

 

La manifestazione si svolgerà anche in caso di maltempo.

L’Orologio Bradley Timepiece.

Pubblicata il by Limbiati Tempo e Preziosi Caricata in Gioiellerie e Orologerie, In Primo Piano | Lascia un commento  

L’Orologio Bradley Timepiece: molto per vedenti poco per non vedenti…di Giacomo Tallevi

Che ore sono? Sono in ritardo, non ho nemmeno il tempo di guardare l’orologio!

E chi ha detto che l’orologio bisogna per forza guardarlo per vedere di quanto si è in ritardo?

Perchè non toccarlo e fare la “triste” scoperta a occhi chiusi? Come è possibile?

Grazie al Bradley Watch. Il nome deriva un ex tenente della US Navy, Bradley Snyder che ha perso la vista in Afghanistan.

Leggi di più

CAMPUS 2014.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

CAMPUS 2014 Circolo Sestese “La Marna”

Come ogni estate riparte il Campus, tanto atteso dai Nostri ragazzi. dal 9 Giugno al 1 Agosto 2014.

I ragazzi avranno la possibilità di: iscriversi alle molte discipline sportive, sperimentare laboratori scientifici e di cucina, partecipare alle gite e alle attività artistiche, pranzare e fare merenda insieme in un ambiente sereno e di socializzazione con personale qualificato.

Tante le novità di quest’anno:

  • Per i più grandi Laboratorio di cinema!
  • In onda tutte le settimane con una vera trasmissione radiofonica grazie ai ragazzi della NEVERWASRADIO
  • Nuove attività per migliorare il proprio inglese con animatori madre lingua.
  • Ed inoltre Novità assoluta… è stato aumentato il numero di posti disponibili per supplire la grande richiesta.

 

Incontro con le famiglie

 

Martedì 15 Aprile 2014 ore 20.45 alla Marna

 

Le iscrizioni,  da effettuarsi con consegna certificato medico, sono aperte lunedì 28 – Martedì 29 e mercoledì 30 Aprile dalle 16.00 alle 19.00 solo per gli alunni dell’Istituto comprensivo “ Ungaretti” e “ A. Dell’Acqua”.

 

Iscrizioni (con consegna certificato medico) aperte a tutti da lunedì 5 Maggio fino al 24 maggio con i seguenti orari: Lunedì e martedì dalle 16.00 alle 19.00 e il sabato dalle 10.00 alle 12.00

 

Per info:  Alberto 3388020062

                  Valeria 3389782825

                  Circolo Sestese 0331924325

                  www.circolosestese.it

La Torta del Predicatore.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Cari Amici Sestesi, abbiamo incontrato per Voi  Terrance Luker  Pastore e Fondatore della Chiesa “Cristiani Biblici Insieme di Sesto Calende” per parlarvi di un dolce eccezionale … la  PREACHER CAKE ( Torta del Predicatore) che qualcuno di voi avrà sicuramente assaggiato in occasione dell’inaugurazione della  nuova sede a Sesto Calende.

La PREACHER CAKE è una torta ricca di ingredienti, facile da fare che ti conquista al primo assaggio.

Nel passato , questa torta, veniva offerta al Pastore che faceva visita alle famiglie.

Oggi è preparata 1 volta al mese in occasione del pranzo della chiesa.

Luker con gioia ha voluto condividere con noi e Voi  la ricetta e la preparazione. Seguiteci passo a passo…

Terrance Luker al Lavoro

Terrance Luker al Lavoro

INGREDIENTI:

  •  375g di farina
  • 2 cucchiaini di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale
  • ½ cucchiaino di cannella
  • 400g di zucchero
  • 3 uova
  • 250ml di olio
  • 2 cucchiaini di vaniglia
  • 550g di ananas a pezzi con il suo succo
  • 100g noci americane
  • 200g di cocco

 

PROCEDIMENTO:

Accendi e preriscalda il forno a 170°

In una ciotola setaccia insieme: farina, bicarbonato, sale e cannella

In un’altra ciotola sbattere lo zucchero con le uova, l’olio e la vaniglia finché il composto diventa cremoso

Aggiungere poco alla volta, al composto cremoso, gli ingredienti setacciati in precedenza

Tagliare in piccoli pezzi l’ananas e le noci

Aggiungi al composto l’ananas con il suo succo, le noci ed il cocco rimescolando con un cucchiaio di legno

Imburra e infarina una teglia per torte (30×20)

Metti il composto ottenuto  nella teglia ed inforna per circa 45-60 minuti ( la cottura dipende dal forno la puoi controllare inserendo uno stuzzicadenti …quando esce asciutto la torta è pronta)

Lascia raffreddare la torta e prepara la glassa

Una Fetta tutta da gustare!

Una Fetta tutta da gustare!

 

INGREDIENTI PER LA GLASSA:

  • 200g di Philadelphia
  • 100g di burro (tiepido)
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • 250g di zucchero a velo

PROCEDIMENTO:
Monta il Philadelphia con il burro e la vaniglia

Aggiungi in ultimo poco alla volta lo zucchero

GUARNIZIONE:

Una volta raffreddata la torta ricoprila con la glassa e decorala con pezzetti di noci e cocco sbricciolato. 

Ora non Vi resta che assaggiarla!!!

 

Terrance Luker Vi saluta e Vi ricorda che sono aperte le iscrizioni alla settimana di inglese per bambini della scuola primaria che si terrà nella chiesa “Cristiani Biblici insieme di Sesto Calende” dal 14 al 18 Luglio dalle 15.00 alle 17.00

Per info ed iscrizioni mandate una e-mail a: inglese@cbinsieme.org 

 

Testo Daniela Gnemmi

Foto a cura dell’Associazione DGjpeg

Leggiamo l’etichetta

Pubblicata il by Mr e Mrs Shoes Caricata in Calzature Pelletteria, In Primo Piano, Lavanderie e Prodotti Per Igiene Personale, Notizie, Vestiario E Abbigliamento | Lascia un commento  

Care amiche, ogni anno si acquistano capi nuovi e si cerca nel migliore dei modi di conservarli e mantenerli a lungo nel tempo, ma tante volte ci si scontra con etichette riportanti simboli che sembrano geroglifici.

I simboli più conosciuti sono 3 …e gli altri? Serviranno?

Ma certo…ecco da qui nasce l’idea di organizzare una serata per dare dei suggerimenti alle signore che acquistano i propri vestiti e non sanno come fare a lavarli e stirarli e per mantenerli nel tempo.

Leggiamo etichetta

Un mini corso per imparare a leggere le etichette. Stefano Locorotondo della Lavanderia Serena, in collaborazione con Manuela di Mr. & Mrs. Shoes…I love Sesto Calende e Gruppo commercianti, mette a disposizione la sua lunga esperienza dando  consigli utili su come leggere i simboli che troviamo sulle etichette dei nostri vestiti.

Avete delle curiosità?Volete un consiglio? Portate il Vostro indumento lo guarderemo insieme !!!

Quando?

Mercoledì 10 Aprile dalle ore 21.00 presso il negozio Mr. & Mrs. Shoes a Sesto Calende in Via dell’Olmo,16.

Dopo questa serata …anche Voi potrete dire perfetto! e non più ops!

Daniela Gnemmi

 

La 10km di Sesto Calende.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Domenica 13 Aprile 2014 un appuntamento imperdibile per gli Amanti della Corsa.

 

Durante la mattinata di Domenica si svolgerà la 3° edizione della 10km di Sesto Calende.

Per l’occasione è prevista  una forte affluenza sia di corridori che sostenitori

La bella giornata e la meravigliosa cornice del fiume  renderanno , anche se pur faticosa,  piacevole il percorso.

La bravissima speaker Rosanna avrà il compito di commentare e caricare i runner partecipanti.

Vi ricordiamo i vincitori della scorsa edizione: per la categoria maschile: 1° posto  Oukhrid Lhoussaine (Pro Patria A.R.C. Busto A.) 30’22” – 2°Khelifi Mehdi (Atl. Acquaviva) 30’24” – 3°Paolo Finesso (Triangolo Lariano) 30″26″

Per la categoria femminile: 1°posto Sara Dossena (Ilpra Atl. Vigevano) 35’29” – 2°Claudia Gelsomino (Alt. Palzola) 36’14” –3° Sara Speroni (Triangolo Lariano) 36’55”

Premiati  per l’impegno nell’organizzare questa gara Fabrizio Casagrande, Omar Morea e tutto lo staff della società Atletica Palzola.

Lo sport ma in particolar modo la corsa aiuta le persone a stare meglio fisicamente, psicologicamente ed è un modo per socializzare e scoprire luoghi fantastici”…infatti ogni anno sono sempre di più le persone che scoprono questo sport.

Vi ricordo il ritrovo è alle 7.45 presso Piazza Garibaldi

Partenza ore 9.00 competitiva

Partenza ore 9.15 non competitiva

Per info: eventi.atleticapalzola@gmail.com

Per iscrizioni di seguito trovate prezzi ed informazioni sulla locandina

10Km di Sesto Calende

10Km di Sesto Calende

LULY’S Qualità e Natura apre a Sesto Calende.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

Sesto Calende Città sta crescendo, tanti  i nuovi commercianti che hanno voglia di investire con nuovi ed innovativi progetti…

Nelle grandi città è già una moda ed anche Sesto Calende avrà il suo  LULY’S Qualità e Natura.

Un negozio innovativo come ci racconta la proprietaria Lucia Salina:

”Ho pensato di proporre a Sesto Calende, una città che mi ha dato molto, un negozio anzi lo chiamerei un luogo relax dove, comodamente seduti  nella zona divano, potrete assaporare  dei dolci particolari come …biscotti con farine di riso, brioche al farro e tanto altro accompagnati da un caffè in omaggio.

Nel mio locale troverete linee e prodotti  naturali rigorosamente artigianali e selezionati con cura per voi: prodotti stagionali, linee per sportivi, prodotti gluten free, senza burro ed in esclusiva le bevande T.V.B. 100% frutta sostitutivi del pasto.. ed ancora marmellate, conserve, pasta al tartufo, risi e tanto tanto altro…

Inoltre propongo ai miei clienti, grazie ad una  joy venturi fiori, un servizio in più…la possibilità di ordinare fiori e ritirarli direttamente nel mio negozio ma per altre curiosVi aspetto questo Sabato all’inaugurazione.“

Un locale in simbiosi con la natura che rilancia l’artigianato proponendo ogni volta prodotti diversi perché stagionali.

Inaugurazione di Luly’s  in P.zza Mazzini questo Sabato 12 Aprile 2014 a partire dalle 17.00 con degustazione dei prodotti e ricco buffet, inoltre per tale occasione sarà allestito uno spazio per festeggiare insieme a Menzaghi Roberto ed il suo staff  25 anni di Hair Studio Diffusion i professionisti del tuo stile!

 

Testo Daniela Gnemmi
Galleria fotografica a cura del’Associazione DGjpeg

La Bellezza con Stefano Zecchi.

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie | Lascia un commento  

La Bellezza

La prima volta di Stefano Zecchi a Sesto Calende.

Un’occasione unica per incontrare Stefano Zecchi, professore universitario, giornalista e scrittore. Giovedì 10 Aprile 2014 alle 21:00, il noto docente di Estetica protagonista di tanti dibattiti televisivi parlerà della Bellezza

 

Giovedì 10 Aprile 2014 è previsto il tutto esaurito nella Sala Consiliare di Sesto Calende: alle 21:00 è in arrivo il professor Stefano Zecchi, docente di Estetica all’Università Statale di Milano, giornalista e scrittore.

Il tema della serata è: Perchè si parla tanto di Bellezza?

La Bellezza è un tema di grande attualità e non solo per l’Oscar vinto dal film di Sorrentino.

Di Bellezza si parla sempre più nelle trasmissioni televisive, sul web, sui media tradizionali, nei libri.

E l’Italia è il Paese che più di ogni altro incarna il senso della Bellezza.

Il professore veneziano ha tutte le carte in regola per trattare quest’argomento.

Ha infatti incentrato gran parte dei suoi studi sul problema e sul significato della Bellezza, il fondamento per comprendere lo sviluppo della metafisica occidentale.

Inoltre, egli è molto critico contro gli atteggiamenti pseudo-culturali che hanno cancellato l’educazione estetica dalla formazione dell’uomo.

La Bellezza è anche il titolo di un libro che Stefano Zecchi ha dato alle stampe in tempi non sospetti, nel 1990.

Con queste premesse l’incontro, fortemente voluto da Silvia Fantino (Assessore a Cultura e Istruzione), si preannuncia molto interessante.

 

Note su Stefano Zecchi (fonte: Wikipedia)

 

Stefano Zecchi (Venezia, 18 febbraio 1945) è uno scrittore, giornalista e accademico italiano, professore ordinario di estetica presso l’Università degli Studi di Milano. È stato Assessore alla Cultura al Comune di Milano dal 2005 al 2006.

 

Biografia

Ha studiato al liceo classico Marco Polo di Venezia.

Dopo la Maturità si è iscritto alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano, dove si è laureato in filosofia con Enzo Paci discutendo una tesi sulla fenomenologia di Edmund Husserl, e ai problemi della fenomenologia ha dedicato i suoi primi studi.

Dopo la laurea ha insegnato per qualche anno nelle scuole di Milano e provincia.

Nel 1979 è diventato professore ordinario, ottenendo la cattedra di filosofia teoretica presso l’Università degli Studi di Padova, in cui era stato assistente e docente incaricato da 1972.

Dal 1984 è professore ordinario di estetica presso l’Università degli Studi di Milano.

Ha insegnato in diverse università straniere: tra esse, quella che ricorda con maggiore interesse e che più l’ha coinvolto, è l’Università Tagore di Calcutta, in India.

Oltre all’insegnamento ricopre importanti incarichi amministrativi: presidente del corso di laurea in Filosofia dell’Università degli Studi di Milano, consigliere d’amministrazione del Piccolo Teatro di Milano, presidente dell’Accademia di belle arti di Brera sempre a Milano, membro del consiglio dell’Irer (Istituto per la programmazione scientifica e culturale della Regione Lombardia), rappresentante del Ministero della Pubblica Istruzione presso l’UNESCO per la tutele dei Beni immateriali, consigliere comunale a Venezia e assessore alla cultura a Milano, consigliere d’amministrazione del MAXXI (Museo dell’arte del XXI secolo), consigliere d’amministrazione della Fondazione La Verdi di Milano, consigliere d’amministrazione del teatro Parenti di Milano.

Dopo gli studi sulla fenomenologia di Husserl e della sua scuola, ha affrontato le questioni inerenti ai concetti di “speranza” e di “utopia”, riflettendo sulla filosofia di Ernst Bloch, di cui è stato anche traduttore. Il pensiero di Goethe (di cui ha tradotto diversi saggi sulla scienza, l’arte e la letteratura) e del Romanticismo sono diventati i punti di riferimento essenziali dei suoi studi, che lo hanno portato a concentrare le sue ricerche sul problema e sul significato della bellezza.

 

Pensiero

Il concetto di bellezza viene inteso da Zecchi come il fondamento per comprendere lo sviluppo della metafisica occidentale.

L’esperienza della bellezza diventa decisiva per cogliere il valore delle relazioni con gli altri e con il mondo; il sentimento della bellezza è essenziale per riflettere sul senso della vita.

Nel pensiero di Zecchi la bellezza contrasta nel modo più radicale con il nichilismo – vera malattia spirituale del nostro tempo – essendo l’idea del bello mai dissolutiva, reattiva, negativa, bensì progettuale, utopica, propositiva, sovversiva.

In questa prospettiva, l’estetica contemporanea, le questioni delle arti, e del loro valore di verità, il concetto di opera mitico-simbolica nella sua funzione di critica allo sviluppo della modernità scientista e globalizzata sono diventati temi cruciali delle ricerche filosofiche di Zecchi.

Nei suoi libri, l’argomento più rilevante e ineludibile è costituito dalla critica a quelle espressioni della nostra cultura, dominate dalla visione pragmatica e meccanicistica della vita, che hanno cancellato l’educazione estetica dalla formazione dell’uomo.

Alla ricerca filosofica di Zecchi si deve accostare una significativa attività di romanziere. La sua idea di scrittura e gli argomenti affrontati riflettono sul piano della narrativa la sua concezioni dell’estetica e, in particolare, della letteratura.

 

Saggi

Saggio su Husserl (1972)      Fenomenologia dell’esperienza (1972)      Utopia e speranza nel comunismo (1974)      La fenomenologia dopo Husserl nella cultura contemporanea Loescher (1978) ISBN 8820123738      La fenomenologia (1983)      La magia dei saggi Jaca Book (1984) ISBN 8816401257      La fondazione utopica dell’arte. Kant, Schiller, Schelling Unicopli (1984) ISBN 887061820X      Novalis Unicopli (1986) ISBN 8870613070      Elementi di analisi, costi e benefici ETS (1988) ISBN 8877413654      Verso dove? (1988)      La bellezza Arnoldo Mondadori Editore (1990) ISBN 8833905225      Sul Destino (a cura di), in «Estetica» 1991 (vol.interamente dedicato a Oswald Spengler, con inediti), con saggi di F. Volpi, D.Felken,G.Moretti, G.Gurisatti e M. Staglieno, Il Mulino ,1991      Sillabario del nuovo millennio Mondadori (1993) ISBN 8804407182      Il brutto e il bello, (1996)      L’artista armato, Mondadori (1998) ISBN 8804421185      Capire l’arte Mondadori (1999) ISBN 8804485140      L’artista armato. Contro i crimini della modernità Mondadori (1998) ISBN 8804471964      Storia dell’estetica (2002)      L’uomo è ciò che guarda, televisione e popolo Mondadori (2005) ISBN 880454645X (in cui critica le trasmissioni televisive più seguite come Grande fratello, Isola dei famosi, Affari tuoi ecc.)      In cammino con l’arte (2008)          Maria una storia italiana d’altri tempi, Vertigo Edizioni, (2011)

 

Romanzi

Estasi Mondadori (1993) ISBN 8804422882      Sensualità Mondadori (1994) ISBN 8804427426 (Premio Bancarella 1996)      L’incantesimo (1997)      Fedeltà Mondadori (2001) – Premio Grinzane Hanbury      Contro l’immagine (2001)      Amata per caso Mondadori (2003) ISBN 8804533528      Il figlio giusto (2007)      Quando ci batteva forte il cuore Mondadori (2010) ISBN 9788804595373

 

Comunicazione a cura di Marco Fornasir  tel. 0331 923537 – 337 303804 – fax  0331 920621  – email fornasir@iol.it