Torrioni Umbri con Fave e Pecorino

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Ricetta primaverile dal sapore intenso ma con un fondo di freschezza

Sotto Pasquetta la fave sono il piatti tipico,  perfette per essere mangiate durante la  classica scampagnata ma anche  sono ideali  per farci degli ottimi sughi.

Possiamo proporle  per esempio con un ragù in bianco di pesce,  oppure rosolate e cosparse di scaglie di  pecorino, ma quando si ha sottomano pasta di buona qualità, trafilata a piombo e bella rugosa in grado di catturare bene il sugo, allora la fava dal meglio di se lavorate a crema.

Leggi di più

Riso Rosa Marchetti con Asparagi Verdi del Gargano e Brandy.

Pubblicata il by Sesto Frutta Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Il Riso Rosa Marchetti è una varietà pregiata di riso semifino prodotta solo in alcune zone del Biellese, perfetto per Timballi, in bianco o per risotti. Prende il nome dal colore grigio-rosato che assume una volta cotto e la sua caratteristica principale è il contrasto fra l’esterno croccante e l’interno morbido che acquisisce con la cottura al dente.

SestoFrutta propone quello prodotto dalla azienda agricola Zaccaria, situata nella cosiddetta “Baraggia”, e che si sviluppa attorno alla cascina Margaria che da il nome ai prodotti. La Baraggia è una zona del Biellese molto particolare, terreni ferrosi ed argillosi, la vicinanza alle montagne da cui scende sia  l’aria fredda che l’acqua pura danno rese basso ma conferiscono al riso una qualità eccelsa che gli è valsa il riconoscimento del DOP Baraggia.

Vista la stagione il piatto migliore non può essere che un risotto con gli asparagi e la selezione di SestoFrutta è andata sull’asparago verde del Gargano, una varietà che conserva una stretta parentela con quelli selvatici e si contraddistingue per il gambo sottile, verde e succoso.

 

Il Riso Rosa Marchetti e l'Asparago Verde del Gargano

Il Riso Rosa Marchetti e l’Asparago Verde del Gargano

 

Per la preparazione cominciamo a far cuocere gli asparagi in acqua bollente per un ventina di minuti per ammorbidirli, negli ultimi dieci minuti buttiamo il riso ( tre manciate ogni due persone ) per facilitarne la preparazione.

Togliamo gli asparagi, scoliamo il riso facendo in modo di tenere da parte l’acqua di cottura che usiamo per preparare del brodo di verdura. Tagliamo gli asparagi in pezzetti lunghi un paio di centimetri e mettiamo da parte le punte a cui avremo lasciato  attaccato un pò di stelo.

Leggi di più

Pausa Pranzo a Sesto Calende

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

  La Casa della Pasta Fresca ®

La Pausa Pranzo a Sesto Calende

Uno dei motivi per venire a pranzo da noi e che ci differenzia da un qualsiasi ristorante, è la possibilità di vedere, prima di ordinare, quello che si mangerà. E non è poco.

Ravioli La Casa della Pasta Fresca

Quante volte capita di ordinare qualcosa da un menù, immaginando e pregustando qualcosa che poi si rivela tutt’altro.

A La Casa della pasta fresca, non solo potete vedere prima di scegliere ma se siete indecisi o avete qualsiasi dubbio potete chiedere e noi  vi accontenteremo: con una degustazione di primi e anche di secondi oppure facendovi  scegliere direttamente dal banco un tipo di pasta o di raviolo che vi verrà preparato al momento.

 VEDI IL VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=zXYZFGL2j_0 

Ogni giorno, seguendo quello che la stagione offre, cerchiamo di proporre piatti gustosi, genuini  e perché no anche insoliti.

Cerchiamo di variare sempre, mantenendo qualche piatto che non tramonterà mai come le nostre Lasagne fresche, Crespelle farcite, Gnocchi di Patate e Gnocchi alla Romana, Parmigiana di Melanzane, il Fritto misto di pesce e tante altre pietanze sfiziose per una pausa pranzo gustosa e leggera.

E, naturalmente, i Ravioli: dopo aver gustato un piatto del nostro Raviolo di Sesto Calende condito con un battuto di scalogno e code di Gamberi, la pausa pranzo può dare una svolta al resto della giornata.

Enzo-Iacchetti-Susy-Milani-e-il-Raviolo-di-Sesto-Calende1

ART_-STAMPA-LA-PROVINCIA-I-NOMADI-Copia-x-web

2

Venite a “vedere”

Vi aspettiamo, tutti i giorni dalle 12 alle 14 circa

Si accettano tutti i tipi di Ticket

Logo La Casa della Pasta Fresca

Guarda su Youtube i nostri Video:  

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self  Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

info@lacasadellapastafresca.itwww.lacasadellapastafresca.it

www.facebook.com/LaCasadellaPastaFresca

Le Brioche di carne del Gianni Macelar.

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | 1 Commento

cornetti 3Ultima trovata del Gianni macelar, le Briosche ripiene di carne, perfette per quando non si ha voglia di cucinare ma non si vuole rinunciare al gusto. Perchè diciamocelo chiaro, a volte si arriva stanchi e l’idea di mettere su una pentola proprio non c’è, avere qualcosa che prendi e butti direttamente in forno caldo senza fare nient’altro ma che però quando mangi ti gratifica con gli stessi sapori di una spadellata non è interessante, di più.cornetti piatto blu

 

Come sono fatte ? Pasta sfoglia riempita con ripieno preparato alla pizzaiola, carne di vitello, pomodoro, capperi ed origano. Si prende, si mette in forno a 180 gradi per una ventina di minuti, il tempo di vedere dorare bene la crosta. A proposito di crosta se le spennellate con un poco di tuorlo d’uovo o latte l’effetto sara’ ancor piu’ strabiliante.

 

Piatto. Come dicevo, molto gustoso. La Pasta sfoglia è bella croccante, il ripieno all’interno si mantiene bello morbido e per niente asciutto grazie anche al fatto che viene arrotolato sottile con la pasta che rimane anche all’interno.

Brioche del Gianni (1)

Gusto deciso, speziato ma con un buon equilibrio. Consigliamo di tenerne sempre qualcuna in frigo, la voglia di cucinare non è eterna.

 

 

Mozzarella con Crema di Piselli.

Pubblicata il by admin Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

Quando è stagione non c’è niente di meglio di una ricetta preparata con dei piselli freschi ed appena sgranati, il gusto è qualcosa che i piselli in scatola o congelati non potranno mai sperare di eguagliare.

Questo è un piatto che ho mangiato in un ristorante di Milano tanti anni fa anche se era preparato nella declinazione con la crema di fave (variante che consiglio e che si prepara assolutamente allo stesso modo).

Per prima cosa sgranare quattro manciate abbondanti di piselli, gentilmente forniti da Sesto Frutta, fondamentalmente un sacchetto intero, lavarli e strofinateli con le mani per far perdere i piccioli.

A questo punto fate rosolare quattro dita di porro tritate grossolanamente e poi buttateci i piselli sgranati facendoli  rosolare dolcemente, sfumate con un poco di brandy ed aggiungete un velo di acqua bollente per tirare a cottura una ventina di minuti. Ovviamente salare e pepare nella giusta quantità secondo gusto e preferenza.

Quando l’acqua si è asciugata mettete il tutto nel bicchiere del minipimer, date una prima passata e poi emulsionate con dell’Olio Extravergine di Oliva (magari l’Olio IloveSestoCalende).

Nel frattempo tagliate a fette la mozzarella, appoggiatela sulla padella calda affinchè non risulti fredda facendo troppo contrasto con la crema,  impiattatela e decoratela con la crema di piselli.

La crema è perfetta di accompagnamento anche per i calamari scottati in padella, fra l’altro.

 

Paolo Maggioni per Sesto Frutta

Puntarelle con Carne Salada in Salsa di Noci.

Pubblicata il by admin Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Le Puntarelle sono un piatto tipico romano che si gusta in questa stagione, si utilizza la parte bianca che va tagliata a striscioline fini per il lungo, buttata in acqua e ghiaccio  per darle la caratteristica forma e poi condita con un sughetto di olio e acciughe.

Piatto popolare dal gusto forte, una vera goduria.

Si può anche però reinterpretare in chiave più elegante, ricavandone un piatto delicato da cenetta romantica.

In questo caso basta i germogli  centrali delle puntarelle, scottarli un minuto in acqua bollente e poi farne un cilindretto aiutandosi con un coppapasta ed avvolegendolo con quattro fette di carne salada del Gianni Macelar.

Intanto si pestano fini cinque noci e quattro filetti di acciughe, si emulsiona il tutto con l’Olio IloveSestoCalende e si decora il piatto vicino al tortino.

Pronto in un attimo, sinfonia di sapori delicati ma intensi.

Premiazione Concorso Gustoso.

Pubblicata il by admin Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Sabato 15 Febbraio 2014,  presso La Casa della Pasta Fresca, Susy Milani alla presenza della Stampa ha premiato i vincitori del : “ CONCORSO GUSTOSO! “ Una Dedica al Raviolo che sta conquistando il Mondo.

Il Concorso Gustoso

Il Concorso Gustoso

Un‘idea nata da Susy  Milani, realizzata da Daniela Gnemmi con la partecipazione del blog I Love Sesto Calende,  ha avuto un grande riscontro per la forte partecipazione …ben 70 dediche ricevute fra e-mail e cartacee,  ed una scelta difficile perché tutte belle e fantasiose.

Proprio per il grande afflusso è stato deciso di premiare più persone ed ecco di seguito foto ed elenco dei vincitori:

1° posto  Davide Cereda

2° posto Elena Zeni

3° posto Noemi Sabrina Piscia

Per  la Categoria Juniores    Riccardo e Giorgio Limbiati

I vincitori hanno condiviso con gli altri ciò che volevano trasmettere leggendo la propria dedica…semplicità, creatività, gioia, divertimento, ringraziamento… insomma una  premiazione ricca di emozioni!!!

Davide Cereda, nato a Legnano e Sestese di adozione dal 2009, architetto, assicuratore e Professore al Politecnico di Milano… si racconta alla Blogger di I Love Sesto Calende: “ Ho ricevuto la locandina del concorso via e-mail e senza pensarci due volte …tanto per gioco…ho subito partecipato. Ho pensato di scrivere una poesia 2 quartine in rima baciata perché, se scelta,  fosse alla portata di tutti.

Davide Cereda

Davide Cereda

Mi è stato chiesto qual è il motto che accompagna la mia vita …collegato ad  una canzone  “Quarantanove Posti”  guardate sempre avanti direi proprio : “ Vivi nel paggio e spera nel meglio”

“Cos’è la creatività per me?  Un atto spontaneo senza catene…siamo noi che ci poniamo i limiti.”

Elena Zeni

Elena Zeni

Noemi Sabrina

Noemi Sabrina

Elena Zeni  è riuscita a strappare qualche lacrimuccia per la profondità sentimentale della sua poesia, mentre Noemi ha stupito e colpito molto l’idea di accompagnare la dedica con un disegno semplice ma ben studiato dove si riscontrano tutti gli elementi importanti.

Riccardo e Giorgio

Riccardo e Giorgio

Che dire dei due giovanissimi Riccardo e Giorgio …aiutati da Mamma e Papà hanno realizzato una poesia a ritmo di rep … ma questa è tutta un’altra storia…presto ne sentirete parlare !!!

Grazie a Davide per le sue parole, a tutti i partecipanti e a Susy  una donna, mamma ed imprenditrice creativa che ha saputo dare spazio e premiare  la creatività che c’è in ogni persona.

Un presepe interamente fatto di Pasta da Susy Milani… Un impegno premiato 3 volte!!!

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari, In Primo Piano | 2 Commenti

  La Casa della Pasta Fresca ®

E’ STATO DEFINITO UN’OPERA D’ARTE dal REVERENDO DON DINO della CHIESA SAN BERNARDINO di SESTO CALENDE

(Vedi il video con il Reverendo Don Dino)

 https://www.facebook.com/photo.php?v=251421938357495&set=o.320045998077820&type=2&theater

(Vedi il video della Premiazione)

http://www.youtube.com/watch?v=ZADj1Sp8woA&feature=youtu.be

(Vedi l’album con tutte le foto del presepe di Pasta)

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.341360132669057.1073741850.149805261824546&type=1&l=eb74fc676a

 La prealpina Presepe 2013 x web

 

Articolo Asse Sempione

2

3

5

6

1

20140107_101021 - Copia

1.1

2

6

7

1214

8

Logo La Casa della Pasta Fresca

Guarda su Youtube i nostri Video:  

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self – Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

info@lacasadellapastafresca.itwww.lacasadellapastafresca.it

www.facebook.com/LaCasadellaPastaFresca

Concorso Gustoso.

Pubblicata il by admin Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

CONCORSO GUSTOSO!

Una Dedica al Raviolo di Sesto Calende che sta conquistando il Mondo.

 

In occasione delle Feste Natalizie, Susy Milani, lancia un concorso a dir poco strepitoso!

Penso che ormai tutti, almeno una volta, abbiano provato il Raviolo più famoso di Sesto Calende: il Raviolo “I Love Sesto Calende”

Per questo quale occasione migliore di onorare tale creazione culinaria?

Componi una dedica riguardante “ Il Raviolo I Love Sesto Calende”, inviala via e-mail:  info@lacasadellapastafresca.it

O consegnala in cartaceo direttamente al negozio de La Casa della Pasta Fresca, mettendo i Tuoi dati anagrafici e numero di telefono entro il 5 Gennaio 2014.

Il Vincitore o Vincitrice verrà proclamato il 7 Gennaio 2014, riceverà 1KG di squisiti ravioli “I Love Sesto Calende”, la dedica esposta in negozio ed inoltre …alla consegna del premio foto e articolo per il blog I Love Sesto Calende.

Che Aspetti!!! libera la tua fantasia e Buona Fortuna!

 

CONCORSO GUSTOSO

CONCORSO GUSTOSO

Patate di Brunico e Zucca Mantovana per un Gnocco Perfetto.

Pubblicata il by admin Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

La Zucca è la regina delle tavole invernali e la quantità di ricette che si possono preparare, dalle zuppe di tutti i tipi ai risotti con la salsiccia sono infinite. Qui stiamo però parlando regina delle zucche per definizione, ovvero della  zucca mantovana e quindi le ricette sono due: i tortelli e gli gnocchi. Scegliendo questi ultimi vediamo la preparazione.

 

Partiamo dalla zucca, ne prendiamo una Delica  Mantovana (la puoi trovare da Sesto Frutta di Via dell’Olmo) che riconosceremo dalla forma schiacciata e dal colore verde e dalla buccia liscia e, una volta aperta, dalla polpa arancione e compatta. Apriamola ( ottimi il coltello da pane ed i coltellini da ostriche ), togliamo buccia e semi e tagliamola a quadrotti. Un piccolo trucco, se si ha tempo, è di metterla in freezer un paio di giorni così la polpa si ammorbidisce di suo.

 

Iniziamo quindi la preparazione, da un lato mettiamo a bollire un chilo di patate con la buccia e dall’altro mettiamo in forno a 150 gradi quattro etti di zucca. Tempo di cottura circa mezz’ora per la zucca, avendo cura che non si bruciacchi, e dalla mezz’ora all’ora per le patate in funzione della dimensione. Per le patate la cottura va controllata con un forchettone, quando questo entra facilmente nella patata questa va tolta dall’acqua. Le patate che ho usato oggi sono patate di montagna, la qualità migliore, “Puster” prodotte dalla cooperativa di Brunico (BZ) e della varietà kennebec, di pasta mediamente farinosa per ottenere degli gnocchi soffici e gustosi.

Preparazione dei Gnocchi di Zucca

Preparazione dei Gnocchi di Zucca

 

Sulla tavola avrete intanto preparate una spianata con 50 grammi di farina di grano saraceno e due etti e mezzo di farina 00 e su questa schiacciate usando lo schiacciapatate la polpa di zucca e le patate e poi impastate vigorosamente. Se vi sembra troppo appiccicosa aggiungete un pochino ancora di farina, mai più di 50 grammi comunque, la pasta deve essere molto morbida ma non attaccare al piano di lavoro quando la girate.

 

Staccate dei pugnetti di pasta e ricavatene dei lunghi serpenti dello spessore di un dito facendo rotolare  la pasta con le dita delle due mani aperte con un movimento che si allarga dall’interno verso l’esterno. Prendete una spatola e staccate dei cilindretti lunghi poco più di un centimetro facendo attenzione di infarinare abbondantemente i rotolini per evitare che i pezzi di gnocco si attacchino.

 

In una pentola fate bollire abbondante acqua salta, buttateci i gnocchi e con un mestolo scolateli mano a mano che vengono a galla.

 

In una pentola intanto avrete fatto scottare delle fettine di prosciutto crudo ( usate i fondelli chiedeteli al vostro salumiere o macellaio di fiducia ), buttateci i gnocchi man mano che vengono a galla, mischiate, metteteci una noce di butto per legare e, a fuoco spento, qualche fetta di Toma della val sesia  per dare l’ultima nota di sapore. Serviteli ancora fumanti!

 

Il piatto è interessante, il grano saraceno smorza la dolcezza della zucca, il prosciutto porta poi il vero contrasto col salato che rende il tutto appetitoso.

Buon appetito by Sesto Frutta.

Il Presepe tutto di Pasta Fresca !!! Creato da Susy Milani del Pastificio La Casa della Pasta Fresca

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

1.2

2

Vedi l’album con tutte le foto del presepe di Pasta:

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.341360132669057.1073741850.149805261824546&type=1&l=eb74fc676a

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self – Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

info@lacasadellapastafresca.itwww.lacasadellapastafresca.it

www.facebook.com/LaCasadellaPastaFresca

Menù da Asporto di Natale e Capodanno 2013

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

menu natale FRONTE ok

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self – Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

menu natale RETRO ok

http://www.lacasadellapastafresca.it/media/natale-2013.pdf

Vedi i nostri video: 

http://www.youtube.com/watch?v=zXYZFGL2j_0

http://www.youtube.com/watch?v=FEjz_h8WyDc

 

 

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self – Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

info@lacasadellapastafresca.itwww.lacasadellapastafresca.it

www.facebook.com/LaCasadellaPastaFresca

Logo La Casa della Pasta Fresca

 

Menù di Natale dal Gianni Macelar.

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Passare i due giorni precedenti Natale e Santo Stefano in cucina per preparare il cenone o il pranzo può essere bellissimo ed autogratificante ma non tutti hanno il tempo, la cucina attrezzata o la voglia di farlo. O semplicemente non si riesce a preparare tutto.

 

Per chi vuole un aiuto, parziale o totale che sia, il Gianni anche quest’anno mette a disposizione la sua cucina, il suo tempo, la sua perizia e la sua capacità di scegliere le migliori materie prime per servire in tavola qualunque cosa vuoi vogliate. Il menù di quanto è prenotabile lo trovate insieme a questo post, vediamo di aiutarne la lettura e facilitare la scelta del menù.

Antipasti natalizi 2013

 

Per chi vuole un aiuto parziale possiamo partire dagli antipasti, la scelta è ampia, carne o pesce pari sono. Una possibilità è sicuramente il brioscione gastronomico da 24 o 36 pezzi, sia di mare con salmone, tonno, spada affumicato, baccalà oppure di terra con un tripudio di salumi. Se invece volete stare sul tradizionale la scelta è ampissima, per esperienza posso consigliare il Patè, le lumache, i nervetti, il vitello tonnato, il polipo ed il cocktail di gamberetti.

 

Un primo importante della tradizione non può mancare e qui si possono avere i classici cappelletti di carne da fare in brodo, i tortellini al cappone ed i tortelli d’oca.

Il Menu di Natale di Gianni Macelar

Il Menu di Natale di Gianni Macelar

 

Sui secondi la scelta è assolutamente vastissima partendo dal classico cappone che non dovrebbe mancare su nessuna tavola ma passando per agnello, coniglio, maiale, vitello, faraona, anatra e tacchina.

 

Per tutti la possibilità di avere il rotolo, più facile da cuocere e senza ossa e ripieni per tutti i gusti. O, in aggiunta, i polpettoni del Gianni.

 

Provo solo a fare una scelta, un piatto per tipologia di carne,  cercando di coprire tutte le sfumature del gusto:

 

Nella tradizione : rotolo di cappone con ripieno tradizionale.

Qualcosa di diverso : arista con arance, prugne ed albicocche

Cucina raffinata : Cosce d’anatra marinate nel succo d’arancia

Per un gusto di stagione  : Rotolo di faraona  ripieno di vitello e pollo con funghi e castagne

Per chi ama i contrasti : Arrotolato di fesa di tacchina con speck e mele

Gusto puro : cotolettine di agnello marinate alle erbe aromatiche

Per i bambini : arrotolato di vitello con prosciutto cotto e fontina

Per un richiamo di montagna : rotolo di coniglio con fontina, speck e noci.

 

Va ovviamente prenotato, entro il 19 Dicembre se volete essere sicuri di averlo sotto l’albero.