AZIENDA VINICOLA CRISERA’ – Reggio Calabria

 A partire da oggi pubblicherò, anche sul mio sito (www.hollydrink.it) un articolo riferito ad un produttore e a un suo vino.

Mi piacerebbe interagire con voi. Fatemi domande, chiedetemi curiosità. Sarò felice di rispondervi!

Buona lettura!

Personalità.

Cosa rischia di sparire in un panorama enologico sempre più Omo ( omologato, intendo, cosa andate a pensare… ) dove il Merlot e il Cabernet fanno da padrone ovunque ? La personalità!

Diventa quindi cosa buona e giusta dare spazio a quei vini che la personalità tendono a conservarla, che lottano per dare spazio sul mercato a che quelle che, paradossalmente, sono idee innovative perchè recuperano vitigni, tecniche di produzione o di vinificazione e soprattutto territori che sono da anni abbandonati.

Un particolare plauso va ad una piccola azienda Calabrese, l’azienda Agricola Criserà che di questo recupero della tradizione ha fatto una bandiera.

Oggi parleremo di un suo vino, ovvero “Armacia” Igt 2011 Costa Viola.

Partiamo dal brand; Costa Viola, la zona Tirrenica della Calabria ,il mare che battezza questo vino e lo impregna. Armacia, il nome è quello dei muretti a secco costruiti sulle scoscese colline a ridosso del mare sui cui terrazzamenti le viti vengono coltivate.

Un’ agricoltura dura, a forte attività manuale, fatta da piccoli produttori che poi conferiscono le uve, ma che cede al vino tutta la grinta ed i colori ed i sapori del mare.

Le uve : abbiamo un blend di vitigni autoctoni, la Prunesta, la Malvasia Nera, il Nerello ed il Gaglioppo.

Il Gaglioppo è il vino per eccellenza della Calabria, l’uvaggio da cui si ricava il Cirò DOC, un vitigno adattatosi a crescere in suoli secchi ed aridi.

La vera chicca è però il Prunesta, un altro vitigno autoctono le cui origini risalgono ai romani e forse alla Magna Grecia, così chiamato forse dal Latino ”Bruma”, per richiamare la pruina che lo ricopre quasi a ricordare la nebbia.

Passiamo all’analisi del vino, colore rubino intenso tendente al viola, un profumo vinoso con bouquet ricco con fiori e frutta. La sorpresa è all’assaggio: un vino molto minerale che richiama il mare vicino a cui le sue uve sono cresciute. Come dicevo, un vino con una forte personalità, con sapori difficili da trovare.

Un vino di quelli che si definiscono a tutto pasto, che le noti minerali rendono possibile abbinare senza grossi problemi anche ad un piatto di pesce.

Condividi ora su:

Pubblicata il by hollydrink Caricata in Bar Enoteche

Lascia un commento