Tagliatelle al Salmone

Tagliatelle al Salmone

“La Casa della Pasta Fresca®”

di Paolo Maggioni – Food Blogger

Secondo piatto da creare e siamo arrivati alle tagliatelle al Salmone. Cominciamo dalla descrizione, sono delle reginette strette ed ondulate, colore rosa intenso, prodotte senza uova ma solo con farina ed acqua. Cuocendo perdono abbastanza il colore ma nel contempo mantengono perfettamente il sapore del salmone che rimane chiarissimo durante l’assaggio per verificarne la cottura.

Siamo di fronte ad un abbinamento non difficilissimo ma nondimeno, il salmone ha comunque le sue peculiarità negli accostamenti e soprattutto richiede il giusto livello di attenzione per non scadere nella banalità. Diciamo che la morte sua potrebbe essere la panna acida ma l’idea l’abbiamo già utilizzata e si deve andare a trovare qualcosa di diverso.

Assolutamente da evitare la carne ed altri pesci, potrebbero andare i crostacei, sicuramente andrebbero bene  i funghi o le zucchine  ma vogliamo osare di più. L’accostamento col sapore del  carciofo ispira ma a questo punto perchè non andare direttamente sul topinambur ? Il gusto è quello ma può sicuramente essere lavorato in più modi.

Che cos’è il Topinambur ? L’ultima volta che l’ho chiesto al banco verdura di una grossa catena l’addetto ha alzato la testa e mi ha detto che lo scaffale dei frutti esotici era poco più avanti. Ebbene no, si tratta di un tubero bitorzoluto parente del girasole, che pelato ricorda una patata, che come una patata si può lavorare ed il cui sapore ricorda il carciofo. Di esotico ha poi ancora meno che del frutto, viene prodotto in Veneto e Piemonte, cresce allo stato selvatico nel polesine e la Bagna Cauda è la morte sua. Tubero caduto in disuso, ripreso dai ristoranti di alto livello da diverso tempo ( io il mio primo assaggio lo feci da Aimo e Nadia )  e che a poco a poco sta riapparendo nei banchi frutta e nelle nostre tavole, o almeno sicuramente sulla mia di tavola.

Partiamo quindi con la ricetta.

Prendiamo un paio di tuberi non troppo grossi e peliamoli con cura, tagliamoli a tocchettoni e facciamoli bollire per una ventina di minuti.

Rosoliamo in olio EVO una fettina di cipolla e poi buttiamoci i tocchetti di topinambur e facciamo rosolare anche questi. Tiriamo a cottura per altri cinque  minuti con un po’ di acqua bollente e poi passiamo leggermente al minipimer, meglio comunque se rimane qualche pezzettino che da maggiore piacevolezza al palato.

Buttiamo le tagliatelle e nel frattempo rimettiamo il topinambur nel tegame ed allunghiamo con poca panna da cucina, rigorosamente fresca, che gli conferisca morbidezza e le sfumi le spigolosità. Tocco finale un idea di zafferano, quanto ne può uscire da una delle alette della bustina chiusa. Regolate di sale, bella spruzzata di pepe bianco e mantecateci le tagliatelle prima di servire.

La prova d’assaggio è interessante, il topinambur  ha avvolto bene la tagliatelle che al palato si presenta con l’esatta cremosità richiesta per accompagnare la pasta. Il sapore del topinambur è evidente e primeggia, il salmone resta però evidente come sottofondo omogeneo e devo dire che i due si sposano perfettamente. Azzeccata anche la scelta della panna per sfumare il gusto e soprattutto lo zafferano, poco perché non deve essere intrusivo, riesce a dare quella sfumatura di gusto in più che non guasta mai.

Buon appetito, a questo punto.

di Paolo Maggioni – Food Blogger

Un’idea originale da regalare !!!

SCOPRI TUTTI GLI ALTRI GUSTI  DI PASTA :

http://www.lacasadellapastafresca.it/welcome.php?lang=ita&page=pasta-secca

VI CONSIGLIO DI DARE UN’OCCHIATA AL CONDIMENTO DI VANNA IN CUCINA:

Tagliatelle al salmone al pomodorino d’inverno

Ingredienti per 4 persone:
250 gr di tagliatelle al salmone La casa della pasta fresca pomodorini d’inverno 2 spicchi d’aglio 100 ml di olio extravergine d’oliva Dante 4 filetti d’acciuga piccante sale
Procedimento:

In una padella, far dorare l’aglio nell’olio. Aggiungere le acciughe e lasciar cuocere a fiamma bassissima finchè non si saranno disfatte. Aggiungere i pomodorini d’inverno, tagliati a metà e regolare di sale, continuare la cottura a fiamma bassissima. Cuocere i tagliolini in abbondante acqua salata e scolare bene e versare nel sughetto. Mescolare il tutto sul fuoco per qualche secondo e poi servire. Sono davvero Ottimi!!!!!!!!!!!!!!!!

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self – Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

info@lacasadellapastafresca.itwww.lacasadellapastafresca.it

www.facebook.com/LaCasadellaPastaFresca

Condividi ora su:

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari

Lascia un commento