Bahad Zu’Bu Arti Marziali Filippine a Sesto Calende

Com’è iniziato..

Il Bahad Zu’Bu. Sembra ieri ma, in realtà, sono passati quasi vent’anni dalla prima volta in cui mi avvicinai alle Arti Marziali Filippine. Fu subito amore a prima vista, soprattutto quando poi riuscii
ad incontrare lo stile originale, senza contaminazioni occidentali. Può sembrare strano ma, qui in Italia, uno stile originale non era mai giunto. Gli stili del “Kali” sono davvero molti, ma
tutti quanti hanno contaminazioni occidentali che derivano dai Conquistadores. L’arte venne chiamata Esgrima dagli spagnoli perché l’Eskrima era fatto con lo stesso legno di cui erano fatti gli Olisi “moderni” (il legno antico originale è un altro che veniva iniettato di veleno prima dei combattimenti). Eskrima in Filippino vuol dire “recinto”. E’ il legno che nelle isole è utilizzato da “qualche” centinaio di anni; fanno tutto con questo, dai recinti (Eskrima) alle altre cose, mille altre cose. Quindi i conquistadores chiamarono Esgrima ..l’Eskrima. Insomma fecero 2+2=5. Ci sarebbe da aprire una parentesi enorme sull’utilizzo improprio di molti termini e di coloro che impropriamente li usano ma ora tralasciamo.

 

 Bahad Zu’Bu: Molto più che un’Arte Marziale

Ciò che mi spinse a studiare questa disciplina direttamente nelle Filippine fu la totale mancanza di un riscontro serio qui in Italia. L’uso sportivo che negli anni ha preso piede non l’ho mai digerito poiché snatura la disciplina e perde le sue peculiarità. Ti basti sapere che il mio nonno di pratica ha decapitato più di dieci avversari in combattimento ed il tutto si concludeva in pochissimi secondi. Comprendi anche tu che tutto ciò è ben lontano dalla realtà italiana e dal contesto sportivo.

bahad zu bu arti marziali filippine sesto calende

Antonio “Tatang” Ilustrisimo Supremo Gran Maestro

 

 

bahad zu bu arti marziali filippine sesto calende

Gran Maestro Epifanio Jr. “Yuli” Romo

 

Il Bahad Zu’Bu, è molto più di una semplice arte marziale o disciplina, è uno stile di vita ed un vero e proprio sistema familiare in cui l’appartenenza è molto sentita. Non importa se sei un contadino oppure il Re del Marocco, se il colore della tua pelle è diverso o diversa è la tua religione. Nella Famiglia Bahad Zu’Bu tutti quanti i membri appartengono al sistema in modo uguale. Ognuno ha il suo diritto di appartenenza che mai può essere revocato salvo sua volontà. E’ una famiglia, di certo non moderna, diciamo una famiglia di fine 800′ con le sue regole e i suoi ordini.

 

 

La differenza tra gli altri metodi

Le differenze sono molte ed evidenti a partire dall’ Olisi (bastone) e il Baraw (pugnale). Scordati di vedere bastoni del diametro di una sequoia e pugnali di due spanne, no.. non esiste proprio. L’Olisi è un comune legno da “passeggio” e, il Baraw, è un pugnale piuttosto piccolo. Altra differenza sostanziale della disciplina è il numero di angoli di attacco: Quattro. Potrebbero sembrarti pochi ma in realtà è una scelta tecnica e tattica, se vedi un “kali” con oltre quattro angoli di attacco puoi subito capire che non è puro. Certo, le differenze non finiscono qui, diverso è il lavoro di gambe, del tronco, della mente ecc ecc.. ma non voglio scendere troppo nel tecnico.

 

 

Dove trovo il Bahad Zu’Bu e come si articola il tutto?

In Italia sono l’unico a conoscere il Bahad Zu’Bu e, naturalmente, l’unico autorizzato (tramite cerimonia ufficiale) a diffonderlo sul territorio nazionale quindi, puoi trovarlo solo da me. Per proteggere e tutelare la purezza di questa disciplina a nessun altro Italiano è consentito recarsi nelle Filippine ad apprendere il Bahad Zu’Bu direttamente alla fonte ma,  a mia discrezione posso valutare se presentare al Gran Maestro un mio allievo adatto. Il Bahad Zu’Bu non viene insegnato in nessuna palestra ne vi sono corsi di gruppo aperti, è possibile apprenderlo  in sede privata al mio domicilio o in luoghi isolati.

Il Bahad Zu’Bu si tramanda da Maestro ad allievo secondo capacità oggettive. Quando il Maestro individua tra gli allievi il suo successore lo annuncia pubblicamente tramite cerimonia e, alla sua morte, l’allievo designato gli succede con tutti onori e oneri.

 

Ufficialmente riconosciuto in Italia

Il Bahad Zu’Bu, sebbene non abbia connotazioni sportive, è riconosciuto dall’ente di promozione sportiva ASI Nazionale riconosciuto dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI). L’ente ha stabilito che esistono i presupposti per convertire il diploma internazionale rilasciato dal Gran Maestro in diploma Italiano riconosciuto con qualifica di Maestro

 

 

Bahad zu bu arti marziali filippine sesto calende

Cerimonia ufficiale riconoscimento al titolo di Maestro

 

Bahad Zu Bu arti marziali filippine sesto calende

Riconoscimento Italiano alla qualifica di Maestro Ente ASI riconosciuto dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un’occasione unica

A fine Luglio ospiterò qui in Italia il Gran Maestro, ho organizzato un evento aperto a tutti i miei allievi. Questa sarà un’occasione unica per conoscere il Gran Maestro attraverso un seminario speciale. Clicca qui per più informazioni.

Fabio D Misuraca

Condividi ora su:

Pubblicata il by Fabio D. Misuraca Caricata in Salute e Benessere, Servizi

Lascia un commento