Batteri, sono davvero da sterminare?

batteri vanno sterminati

Senza quel chilo, chilo e mezzo di Batteri non potremmo vivere.

Il nostro intestino è colonizzato da circa il 67-70% di Batteri e il 15-17% di Probiotici. Per dirla tutta, i Batteri si fanno i fatti loro, dimorano li, alla temperatura ideale per stare tranquilli e, in cambio, ci fanno dei servizi. Non svolgono mansioni probiotiche, piuttosto metaboliche, lavorano le fibre ad esempio, che sono utili anche per noi.

Ma i Batteri a cosa servono?

Dire tutto è poco. Sono alla base della vita e svolgono funzioni che nemmeno ti immagini, ad esempio produrre le vitamine e gli acidi grassi a corta catena. (sento già il coro.. “LE VITAMINEEEEEEE?”) Si, le vitamine. Proprio quelle che voi esseri umani non siete in grado di produrre, salvo la vitamina B3 che è talmente importante che chi ti ha fabbricato ha pensato bene di fartela produrre. Senza la B3 non c’è energia e quindi, vita. Diciamo che la B3 è abbastanza comune e, a meno che una persona non si costringa ad una dieta di sole fibre (frutta/verdura) la trova facilmente in altri alimenti.

Eccetto questa, tutte le altre: B1, B2, B6 e B12 devono necessariamente essere assunte. Anche la vitamina K, fillochinone, viene trasformata dai Batteri. In particolare da un Batterio di nome Escherichia Coli (“ti suona familiare eh?”) e la fa diventate vitamina K2 (menachinone). Ma cosa fa la Vitamina K2? Trasporta il Calcio nelle ossa. (“Ah ma non era il latte, la vitamina D, la luce del sole?”). Diciamo che la vitamina D dove trova Calcio, mette calcio, chissenefrega se lo mette nelle arterie o negli organi o nei tessuti. Per mettere massa ossea occorre che il Calcio arrivi dove serve. E’ vero che una carenza è difficile averla ma se assumi il Cumadin, ad esempio, e prendi vitamina D, calcifichi Reni, arterie, Milza, ma non le ossa. Tornando ai nostri Batteri, questo è quanto fanno per noi. Comprendi ora come sia importante non sterminare Batteri in modo insensato?

I Batteri producono queste vitamine e, facendo una cura antibiotica, uccidendoli (ti ricordo che l’antibiotico “bombarda a tappeto”), ti togli la possibilità di produrre queste preziose vitamine. Quindi sono guai seri se non integri correttamente vitamine dopo una terapia antibiotica!

 

Cosa ricavano i Batteri lavorando le fibre?

Ricavano acidi grassi: catena lunga, media e corta. Tra tutte le mille cose che ricavano, c’è il Butirrato: la benzina vera che viene data a tutte le cellule intestinali.

Assimilo il cibo, lo mando nel fegato per darlo da mangiare alle varie cellule e poi va trasportato in giro, deve nutrire muscoli, tessuti ecc ecc, ma l’intestino è quattrocento metri quadrati. Con soli cinque litri di sangue è impossibile farcela. E’ dal sistema intestinale che parte il tutto. Dato che non è il fegato che svolge le funzioni che si svolgono nell’intestino, occorre “qualcuno” che faccia le sue veci e, questo, lo fanno i Batteri che, prendono i nutrienti, li trasformano e, questa trasformazione, permette alle cellule di nutrirsi senza ricevere gli alimenti dal fegato. Un intestino senza Batteri va in contro ad una incapacità di difendersi e di nutrirsi. E ciò è abbastanza grave.

Quindi cosa dare da mangiare a questi operai?

E’ fondamentale che tutti siano ben nutriti, non solo quelli dell’intestino tenue ma anche quelli che dimorano negli ultimi centimetri del Crasso e questo non è così semplice, quindi abbondanti verdure (secondo compatibilità con il sistema immunitario) e, mai e poi mai glutine e caseine (leggi articolo).

I probiotici mangiano zuccheri quindi amidi retrogradati (il riso del sushi ad esempio), verdure, fibre. Le fibre sono zuccheri che, anziché fatti con legami alfa sono fatti con legami beta, quindi, l’alfa può digerirlo l’uomo, il beta lo digeriscono i Batteri dato che l’uomo non sa digerirlo. I Batteri prendono le fibre, le lavorano e fanno Butirrato, Acetato, Propionato.

Ad esempio, l’Acido Propionico ha una funzione fondamentale: attiva la Adenilato Ciclasi, questo enzima produce l’ AMPC che attiva la Protein Chinasi A e se io non ho il Butirrato non ho la stimolazione a produrre energia. Sono sempre i batteri che, danno loro direttamente il carburante con un acido e, con l’altro acido, attivano il “motore”. In sostanza i batteri “producono” due acidi grassi fondamentali. 

Non sempre un camice bianco è sinonimo di conoscenza, verifica sempre se il medico a cui ti rivolgi è competente!

Di certo, al posto del comune antibiotico, è molto più sensato è il trattamento batteriologico; i batteri producono batteriocine che, non sono antibiotici, sono sostanze comandate dall’RNA e sono in grado di uccidere sì  chiunque, ma dove serve; contrariamente all’antibiotico che distrugge tutto ed è “sempre uguale a se stesso”, le batteriocine, legate all’RNA, cambiano come vogliono. Per questo sono così efficaci.

Non dimentichiamoci che i berberi con la diarrea, per ripristinare la flora intestinale, mangiano le feci dei cammelli, così come tutti gli animali in natura.

Concludo dicendo che mai i batteri/probiotici animali fanno bene quanto quelli umani per via della temperatura corporea del mammifero che li ospita: I batteri intestinali di una Vacca difficilmente lavoreranno bene alle temperature intestinali dell’essere umano che sono molto più basse. Quando li acquisti verifica sempre la qualità e non la quantità di “fermenti attivi” che sì, devono essere attivi, ma devono anche essere compatibili con il tuo organismo! Leggi come diversi tipi di febbre attivano i Batteri che ti aiutano – cavità oro faringo anale. 

Considera questo:

La metformina è un farmaco per il diabete di tipo due che abbassa la glicemia il cui meccanismo di azione non l’ha mai scoperto nessuno. Finalmente, da pochissimo, si è scoperto che la metformina va a modificare gli equilibri batterici e sono i batteri che abbassano la glicemia. Tanto è vero che se prendi una persona diabetica che prende la metformina e prende in contemporanea un antibiotico, la glicemia si alza perché la metformina lavora meno, perché? perché ammazzi i batteri. La metformina l’hanno ricavata dalla Galega officinalis che è la pianta che Ippocrate (2500 anni fa) usava per chi aveva le urine dolci. I batteri sono così intelligenti che se prendi la metformina in dosi eccessive i batteri regolano ancora una volta la glicemia facendo andare in diarrea la persona che l’ha assunta perché altrimenti, con una glicemia molto bassa, morirebbero anche loro.

Ringrazio per lo spunto il dott. L. Lozio.

Prima di dare l’antibiotico ai tuoi figli verifica SEMPRE che il medico sia competente anche in questa materia!

 

L’unica terapia efficace è breve

 

Fabio D Misuraca

 

I Love Sesto Calende parla anche di:

Condividi ora su:

Pubblicata il by Fabio D. Misuraca Caricata in Salute e Benessere

Lascia un commento