Batea per la ricerca dell’oro alluvionale

Forse non tutti lo sanno, ma in molti dei fiumi del nord Italia è possibile trovare l’oro: in particolare nei terrazzi alluvionali del nostro fiume Ticino.
Fin dall’antichità furono sfruttate e setacciate le sabbie del nostro fiume azzurro alla ricerca del giallo e nobile metallo. Per nostra fortuna di oro ce n’è ancora molto, ed è possibile raccoglierlo liberamente dal lato lombardo del Ticino. I luoghi migliori per la ricerca e la raccolta dell’oro vanno dalla zona di Castelnovate fino oltre Magenta.

La pratica della ricerca dell’oro alluvionale è economica e divertente, permette di avvicinarsi alla natura, stimola l’ingegno e la creatività, allontana lo stress della quotidianità e , non ultimo, permette ancora oggi di poter raccogliere oro con un grado di purezza del 94%.
Ora, non pensate di arricchirvi con la ricerca dell’oro a livello hobbistico, né tantomeno andare a rivenderlo tal quale come metallo prezioso… di certo con un po’ di passione e di perseveranza potrete permettervi di portare al vostro orafo di fiducia il metallo necessario a realizzare un gioiello per la vostra compagna, come era nelle tradizioni dell’area di Oleggio. Fino alla metà del ‘900, infatti, se un giovane oleggese voleva prender moglie doveva raccogliere da sé l’oro sufficiente a realizzare le fedi nuziali.

Batea per la ricerca dell’oro alluvionale

Oggi questa tradizione è scomparsa, però ancora molte sono le persone appassionate che si trovano a setacciare le sabbie del Ticino alla ricerca dell’oro, che i ghiacciai del periodo quaternario hanno lasciato allo sbocco del Lago Maggiore.
Alla Galleria dei Cristalli, in Piazza Mazzini, potrete acquistare l’oro del Ticino raccolto personalmente dal Dott. Giorgio Bogni, ma anche acquistare lo strumento principale per la sua raccolta: il piatto o batea.

È uno strumento molto semplice, una sorta di catino tronco-conico, ma realizzato con un profilo ed un materiale che lo rendono davvero il compagno inseparabile di ogni cercatore d’oro.
Il Dott. Bogni vi mostrerà anche parte della sua personale collezione e non mancherà di darvi preziosi suggerimenti e indicazioni sulla tecnica e sui luoghi di ricerca.

E dunque… vi aspettiamo alla Galleria dei Cristalli per acquistare il vostro piatto del cercatore d’oro e avere in omaggio tanti preziosi consigli, per completare la vostra attrezzatura da cercatori con l’augurio di un aureo futuro!

Condividi ora su:

Pubblicata il by Dott. Bogni Giorgio Caricata in Minerali e Pietre

About Dott. Bogni Giorgio

Geologo e gemmologo, cercatore di minerali e cristalli, cercatore d'oro alluvionale gestisco il negozio La Galleria dei Cristalli a Sesto Calende

5 Responses to Batea per la ricerca dell’oro alluvionale

Lascia un commento