Quando un Pezzo di Storia se ne va.

Era la fine degli Anni ’20 del 1900 quando nel Centro Storico della nostra Città apriva la Bottega del Vetraio, con proprietaria la Signora Carmen Montonati.

Ora, dopo quasi novant’anni, il negozio più “vecchio” di Sesto Calende (primato conteso con la Farmacia Giardini) chiude per meritato riposo.

Gli Amici e Colleghi Sergio e Maria Teresa Paracchini, Vetrai in Sesto fin dal 1940, lasciano l’attività per andare in pensione.

Chi metterà la Cornice ai nostri Sogni?

Proprio così, infatti, iniziavo il mio articolo per il Giornale Comunale di qualche anno fa, parlando proprio di questa attività storica, e riprendendo questo poetico concetto in occasione della morte della mitica Signora Augusta.

Ci sembrerà così strano non varcare più quella soglia che ha mantenuto nel tempo intatti gli infissi, le vetrine e il pavimento originali, dove Augusta e Maria Teresa ci accoglievano tra l’odore del legno e delle colle e tra i bellissimi oggetti d’arte stipati nella stanza sul retro.

Il lavoro di Corniciaio si effettua sempre completamente a mano e, come ci raccontava la Signora Augusta, l’attività non ha mai conosciuto pause, nemmeno in tempo di guerra quando lei sola, in assenza del marito, portava avanti tutto il lavoro.

Un lavoro, quello di Corniciaio, che si fa soltanto ed esclusivamente a mano.

Sicuramente con una passione e una professionalità artigiana che purtroppo vanno via via scomparendo.

Ci dispiace naturalmente per la scomparsa di un pezzo della nostra storia, ma auguriamo a Sergio e Maria Teresa Paracchini tantissima serenità, ringraziandoli della loro lunghissima, sorridente presenza.

Una presenza che ognuno di noi Sestesi ha appesa in casa propria…

 

UNA CORNICE PER I SOGNI
Avevo un sogno nel cassetto,
bellissimo,
Il mio sogno.
Un giorno l’ho tirato fuori
E gli ho messo una cornice.
Adesso è molto, molto più bello
Il mio sogno.

RG

augusta

Condividi ora su:

Pubblicata il by RossanaGir8 Caricata in I Sestesi, In Primo Piano

Lascia un commento