Il Concerto di Natale di Irene Veneziano

Dopo il Concerto per Organo e Soprano di Sabato scorso 28 Novembre 2015, eccoci al secondo dei quattro concerti di Natale nella prestigiosa Chiesa di San Donato all’Abbazia.

Un Regalo di Natale della nostra concittadina pianista IRENE VENEZIANO, che ci trascina con la sua maestria quasi a partecipare alla sua personale emozione.

Dice, in un’intervista: “La musica ha un potere che neanche immaginiamo. È un’arte che senza parole ti trasporta altrove e ti riempie il cuore e la mente di emozioni.

In questa emozione  sa trascinare gli ascoltatori, e noi le siamo grati di poter volare con lei e con lei entrare nell’affascinante incantesimo dell’arte.

L’ambiente sacro in cui Sabato 5 Dicembre 2015, alle Ore 21 terrà il suo concerto e la magica atmosfera del Natale  danno un valore aggiunto alla sublimità dell’armonia, quale tramite tra la Terra e il Cielo, quale dono dell’uomo al Padre, quale partecipazione coi “cori angelici” alla gloria di Dio.

 

Il Concerto di Natale di Irene Veneziano

Il Concerto di Natale di Irene Veneziano

 

Nata nel 1985, Irene Veneziano si è diplomata in pianoforte con 10, lode e menzione all’Istituto Musicale Pareggiato “G. Puccini” di Gallarate.

Nel 2008 ha ottenuto il Diploma Accademico di II livello al “G. Verdi” di Milano (M° Edda Ponti) con 110/110, lode e menzione; il Diploma di Musica da Camera con “Master” (menzione di merito) presso l’Accademia Internazionale di Imola; il Diploma del Corso di Perfezionamento Pianistico presso l’Accademia di S. Cecilia di Roma (M° S. Perticaroli) con 10 e lode.

Le è stata inoltre assegnata la “Borsa di studio G. Sinopoli 2008” per il miglior diplomato dell’Accademia, consegnatole dal Presidente della Repubblica al Quirinale.

Ha vinto una trentina di concorsi pianistici nazionali ed internazionali, ricevendo spesso premi speciali.

Nel gennaio 2011 ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano, in un concerto cameristico con alcune delle prime parti dell’orchestra del teatro, riscuotendo un notevolissimo successo di pubblico e di critica.
L’ingresso è gratuito, ma sarà gradita un’offerta per le opere di restauro degli affreschi, ancora non completate, per rendere più bello il nostro monumento più importante che abbiamo ereditato dai secoli passati.

Pensiamo ai sacrifici che i nostri padri hanno sostenuto per edificare ed abbellire questo tempio, in tempi in cui il problema principale era il cibo di sostentamento, ma in cui ciascuno era felice di poter onorare il Signore offrendo il proprio lavoro e la propria fatica.

Oggi per noi è tutto più facile, e se parteciperemo all’abbellimento della nostra chiesa, ne potremo godere noi e i nostri figli.

Renzo Besozzi

Condividi ora su:

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in In Primo Piano, Notizie

About Lo Staff ILSC

I commercianti di Sesto Calende dal 2012, si sono uniti in questo blog per portare nella tua casa la loro professionalità, farti conoscere i loro prodotti e informarti di tutte le novità che succedono sulla città in riva al fiume Ticino.

Lascia un commento