Fluid Lines di Anna Sutor

Un pezzo di storia di Sesto Calende che pare destinato a dissolversi e che la Commissione Cesare da Sesto intende restituire ai Sestesi e a tutti gli amanti della cultura in un modo nuovo, ripopolandone la memoria con i coloratissimi personaggi dell’illustratrice Anna Sutor.

Stiamo parlando dello storico Bottegone, vera isituzione del commercio sestese, rimasticato e sminuzzato dalle logiche dell’economia di mercato.

Dal 5 Marzo 2016 in questo spazio omai dismesso sarà ospitata la mostra personale ‘Fluid Lines’.

L’interno dello spazio espositivo è un susseguirsi di ‘cicatrici‘ architetottoniche, capaci di suscitare nostalgia, fascino e amarezza: il pavimento segnato dagli aloni fantasma delle casse, le colonne nude dove prima campeggiavano i cartelli con le offerte speciali di patate o arance, la sequenza di specchi e di gradinate vuote che hanno preso il posto del banco vetrato dei salumi, le sagome scrostate dove fino a ieri si trovavano fette biscotate e cereali.

Un ‘c’era una volta’ che grazie al cortocircuito creativo proposto dalla Commissione Cesare da Sesto con questa mostra, tornerà ad essere presente e vivente sotto altra faccia: l’arte ridona vita ad uno spazio significativo, uno dei tanti in Città che rischia di essere cancellato dei suoi significati e significanti.

E saranno proprio le composizioni grafiche della Sutor, i suoi personaggi dalle sinuose linearità, le figure allungate ai limiti della deformazione, a ripopolare l’edificio di Sesto Calende e a ridefinire tempo e distanze suggerendo nuove prospettive, nel contesto delle ex corsie, un tempo dedicate agli acquisti.

Intrecci di mani dalla forza cromatica dirompente, forme che misurano e abitano fluidamente gli spazi, avendo il potere di articolarsi all’interno di essi, ricreandogli e ridonandogli significato, fin nei più piccoli particolari.

La sfida è quella di non dimenticare e di indicare, grazie al potere evocativo delle tavole e dei filmati della Sutor, nuove vie di sviluppo attraverso una sorta di architetura emotiva, capace di far risuonare percorsi cittadini del nostro substrato.

Non a caso la prima formazione di Anna è legata all’architettura.

Dopo aver frequentato lo IUAV di Venezia, l’arista ha in seguito sviluppato il senso del riprodurre il proprio pensiero in segno grafico attraverso linguaggi diversificati che l’hanno portata a collaborare con magazine e riviste internazionali, case editrici, grandi brand, affrontando anche nuove sperimentazioni nell’ambito dell’audiovisivo.

La mostra Fluid Lines sarà un’occasione per offrire, attraverso l’arte, una pausa di riflessione sul fluire delle cose, percepito come inelutabile (scusa per non prendere per le corna ‘il toro della vita’).

E la chiave di lettura starà tutta nel rimescolamento tra luoghi e spazi: da supermercato abbandonato a nuovo edificio rinato sotto il
segno della bellezza esteica: un’attacco d’arte nel cuore di un’architetura ferita, per rendere possibile ogni sogno e desiderio futuro, così come accade nelle opere della Sutor.

Se l’ex supermercato sarà il luogo dirompente dell’allestimento, la Sala Cesare da Sesto rappresenterà e sostituirà il legame con la tradizione e l’ideale cornice di senso in cui collocare parte dei lavori dell’arista.

Oltre alla tavole illustrate, in mostra ci saranno anche sequenze di videoclip proiettate in loop, insieme ai video dedicati dagli sketchbook dell’artista.

Nell’ottica di un pieno coinvolgimento territoriale e generazionale, e per una ulteriore valorizzazione della carica evocativa delle opere esposte, saranno presentai piccoli lavori, teaser, variazioni sul tela realizzati dagli studenti del Liceo Artistico di Varese.

Tra le novità proposte, ci saranno anche visite su prenotazione per scolaresche o gruppi, con aperture settimanali e laboratori di grafica e animazione, sulla traccia delle illustrazioni esposte.

Si tratta di un ulteriore passo offerto per avvicinare bambini e ragazzi all’arte, nell’ideale passaggio da semplice fuitore-spettatore a creatore attivo grazie all’energia e agli spunti fantastici dell’esposizione visitata.

La mostra ‘Fluid Lines’, resa possibile grazie al contributo di Fammilume Verniciature, sarà inaugurata il Sabato 5 Marzo 2016 alle 10.30 presso la sala della Commissione Cesare da Sesto e sarà visitabile fino a Sabato 26 Marzo 2016 con i seguenti orari: Sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 18.00.

 

Fluid Lines di Anna Sutor

Fluid Lines di Anna Sutor

 

‘Fluid Lines’, mostra personale di ANNA SUTOR dal 5 al 26 Marzo 2016
Sala Cesare da Sesto, Piazza Cesare da Sesto e Ex Bottegone, Via IV Novembre
Sesto Calede VA

Orari: Sabato e Domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 18.00. – Altri giorni su prenotazione
Catalogo in Mostra
FB: spazio Cesare da Sesto
Per prenotare le visite: 0331 928160

Condividi ora su:

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in In Primo Piano, Notizie

About Lo Staff ILSC

I commercianti di Sesto Calende dal 2012, si sono uniti in questo blog per portare nella tua casa la loro professionalità, farti conoscere i loro prodotti e informarti di tutte le novità che succedono sulla città in riva al fiume Ticino.

Lascia un commento