Carta. Materia viva, vibrante, mutevole.

Serata dedicata a Daniele Papuli, scultore della carta, nel corso della quale l’artista ci racconterà del suo amore verso la materia, soprattutto la carta.

Tre autori del Fotocinevideoclub Verbano: Leo Cabras, Rossana Marchesin, Enzo Pellitteri, mostreranno tre audiovisivi contenenti fotografie scattate  in occasione della mostra “CARTOMETRIA”,  installazione realizzata da Daniele Papuli presso la Pinacoteca Villa Soranzo di Varallo Pombia, dal 25 Marzo al 22 Aprile 2012.

L’artista mostrerà alcune immagini relative alle sue mostre più recenti e un video girato nel corso della mostra personale “Le Géant de Papier” presso il Flux Laboratory di Ginevra.

 

Daniele Papuli, 1971, Maglie, Puglia, Italia. Dopo il diploma in Scultura all’Accademia di Belle Arti di Brera, si stabilisce e lavora a Milano.

Al ’91 risale l’approccio alla scultura con i primi manufatti in pietra, legno, gesso. Nel ’93 a Berlino, in occasione di un workshop internazionale, apprende i metodi di fabbricazione del foglio della carta.

E’ un’esperienza decisiva, che spiega come dal ’95 sia proprio la carta la materia che sente più adatta alla propria ricerca e al proprio linguaggio. Sperimenta la produzione di carte a mano e dal ’97 realizza le prime sculture con diverse tipologie di materiale cartaceo.

Gli oggetti proposti, per lo più edizioni numerate e pezzi unici, dialogano con le molteplici esperienze del design contemporaneo. I suoi lavori sono presenti in collezioni private e pubbliche in Italia e all’estero, ed in pubblicazioni specifiche anche nell’ambito della Paper Art.

Carta. Materia viva, vibrante, mutevole.

Carta. Materia viva, vibrante, mutevole.

 

Sono uno scultore e dialogo con le materie, lo spazio, i luoghi”. “Quando qualcuno mi chiede perchè la carta, di colpo mi sento fragile come la pagina leggera di un libro e nello stesso momento forte come un libro di mille pagine sfogliato nei secoli da centinaia di mani.

Tralasciando la forza della parola impressa sulla pagina, per me la carta è materia viva vibrante mutevole. “Scultografia” è la mia indagine ancora aperta dentro e intorno la carta.

E’ un insieme di azioni eseguite con strumenti che poco appartengono allo scultore, forbici e lame. Da cinquecento fogli di carta bianca leggera ad esempio si ottengono sedicimila e cinquecento strisce.

A me non resta altro che toccarle, muoverle, disporle una accanto all’altra, costruire un volume a volte compatto e composito a volte esteso e fluttuante. La carta ora rivela dall’interno segni disegni e visioni. Quando poi in una metamorfosi del tutto naturale risale alla materia madre all’albero, questo mi fa sentire ancora più forte e grato“. Daniele Papuli

Condividi ora su:

Pubblicata il by admin Caricata in In Primo Piano, Notizie

About admin

Lo Staff ILSC, sono soci dell' Associazione I Love Sesto Calende che ogni giorno mettono passione e impegno per promuovere I Love Sesto Calende il l primo Urban Blog della provincia di Varese. Un progetto nato nel 2012 allo scopo di promuovere on-line e sui social la città di Sesto Calende e le attività che ne fanno parte dell'associazione.

Lascia un commento