DiDoFà.

Un’emozione vissuta e ricordata con piacere, un sogno che ci ha donato sensazioni positive: a volte
succede e questo ci rifà vivere momenti indimenticabili che interrompono la routine quotidiana.

Per fortuna tutto ciò accade e in noi genera felicità, seppur per pochi istanti, sufficiente per rendere la giornata più serena.

L’idea di trasferire questi ricordi all’interno di un Orologio e precisamente sul quadrante è
arrivata ad un giovane imprenditore che lo scorso anno ha iniziato la sua avventura.

Il suo entusiasmo unito ad una creatività e capacità imprenditoriale non comune ha originato un
successo sorprendente.

Forse egli e i suoi collaboratori non attendevano tutto questo interesse.

Didofà è il nome di fantasia che è stato scelto per l’azienda, un nome che ci fà tornare bambini,
ad una fase della nostra vita vissuta con spensieratezza e leggerezza.

Raccogliendo tutto quanto in uno spazio minuscolo, come quello di un quadrante di un orologio ci sembrerà di conservare i momenti belli vissuti.

L’originalità di questi graziosi segnatempo, gli Orologi DiDoFa, è garantita dal lavoro manuale e meticoloso di artigiani che con l’uso di pasta modellabile e piccoli cristalli proiettano i nostri pensieri sul quadrante.

Tutto è contento all’interno di una cassa in lega di metallo ionizzato priva di nichel e vestito con cinturini
in ecopelle colorati e fantasiosi dotati di fibbia in acciaio.

Anche le versioni che montano il bracciale interamente in acciaio 316L vestono adeguatamente l’orologio
rendendolo più pratico.

Alcuni sono rivestiti con trattamento in PVD giallo e rosa, particolare che dona un senso di prezioso all’orologio stesso.

Il gesto di controllare, seppur per pochi secondi, l’ora nel corso della giornata è ripetuto per molto e questo è senz’altro piacevole se si indossa un Orologio Didofà.

Dedicato al Mondo femminile rappresenta un modo di essere che riflette la sensibilità tipica di una donna.

Condividi ora su:

Pubblicata il by Limbiati Tempo e Preziosi Caricata in Gioiellerie e Orologerie

Lascia un commento