Macelleria Gastronomia Gianni Macelàr ferie estive 2018

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Chiusura estiva Gianni Macelàr Sesto Calede

Dopo la chiusura invernale, la stagione 2018 è partita piena di fermento, attività e novità nella bottega del macellaio.

Solo per raccontartene alcune: sveglie alle 5 del lunedì mattina per andare in stalla a scegliere le mucche, preparazione dei banchi di macelleria e gastronomia, corsi di formazione  e aggiornamento, preparazione e sperimentazione di nuovi piatti da farti assaggiare, servizi di catering e fornitura di carne e salumi a sagre e feste della zona. Posso proprio dire che non ci siamo sicuramente annoiati.

Leggi di più

Gianni Macelàr macellaio del futuro: novità estate 2018

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Gianni Macelàr sito on-line estate 2018

Gianni Macelàr sempre più social, sempre più on-line

Gianni Macelàr, artigiano della carne, esperto in frollatura della carne di scottona del Piemonte, sempre al passo con le nuove tecniche di cottura e trattamento degli alimenti, nel pieno dell’estate sestese 2018, ci presenta sul nostro blog la sua ultima novità.

Leggi di più

Pulled Pork…l’America incontra l’Italia col Gianni Macelàr

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  
 Pulled Pork del Gianni Macelàr

Cos’è il Pulled Pork e come gustarlo

Chiedete ad un Americano dell’America prodonda qual’è il piatto tipico degli States e lui vi risponderà BBQ.
Chiedetegli di essere più preciso ed al 90% lui vi risponderà Pulled Pork, la preparazione più difficile ma più saporita della cucina americana.
Cosa serve per fare un grande pulled pork? Tempo, attrezzatura, perizia, equilibrio, carne di qualità,ingredienti d’eccellenza, insomma serve il Gianni Macelàr.

Leggi di più

Tempo di grigliate

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Grigliata da Re del Gianni Macelar a Sesto Calende

É tempo di grigliate, è tempo di Gianni Macelar

Primavera, sole, grigliate, un connubbio indissolubile che chiama immediatamente in causa il Gianni Macelar.

Cominciamo a chiarire una cosa, a fare la differenza è soprattutto la qualità della carne, partite da carne buona e siete già sulla buona strada per portare a casa il titolo di Re della Griglia. Carni di allevamenti italiani, meglio se della zona, di filiera controllata ed alimentate correttamente.

Leggi di più

Come conservare la carne sana in modo semplice

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Come conservare la carne sana grazie a semplici regole di Gianni Macelar

Pochi giorni fa, l’autorità europea della sicurezza alimentare ha affermato che il 33% delle malattie alimentari è causato da una scarsa igiene in cucina ma legata soprattutto alle modalità di trattamento e conservazione del cibo.

Senza presunzione solo per la mia pluridecennale esperienza diretta, ho pensato di condividere con te alcune piccole e semplici regole che sarebbe bene rispettare nell’ambito della cucina familiare e non.

Leggi di più

Inner Skirt Skewers, Gianni macelar goes to America.

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Inner Skirt Skewers cotta a bassa temperatura

Johnny the Butcher’s Inner Skirt Skewers

Gli Inner Skirt Skewers sono spiedini da grigliare in vero e proprio stile americano realizzati con il taglio del diaframma che va per la maggiore in Nord America.

Una ricetta semplice ma veramente gustosa, per iniziare a parlare dei sui tagli americani per la griglia e delle cotture più indicate per creare piatti eccezionali per stupire amici, parenti e sopratutti i loro palati

Leggi di più

Frollare vuol dire Maturare.

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Frollare vuol dire Maturare…

Maturare vuol dire Migliorare…

Ho preso una grande Carne e l’ho resa ancora migliore…

Leggi di più

Salsiccia al gorgonzola, ovvero “La luganiga cunt’al strachin” del Gianni macelar.

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | 1 Commento

Salsiccia allo stracchino creazione del Gianni Macelar

Oggi si parla dell’ultima creazione del Gianni Macelar, la Salsiccia al Gorgonzola detta come piace tanto a lui “La luganiga cunt’al strachin”..

La combinazione lascia inizialmente perplessi, ma la voglia di sperimentazione del Gianni ha colpito ancora una volta nel segno ed il risultato stupisce. Un gioco di contrasti, un tocco di morbidezza in più, un perfetto connubio. Spalmatela su un crostino e la apprezzerete a pieno, un gusto elegante che vi farà fare bella figura con gli ospiti.

Leggi di più

Città in Black Friday da Luly’s

Pubblicata il by Lucia Salina Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Sconti dal 20% al 50% su prodotti enogastronomici d’eccellenza 24, 25 e 26 novembre 2017

A Sesto Calende, in Piazza Mazzini, 14a puoi trovare il Luly’s un’enogastronomia dove assaggiare ed acquistare prodotti selezionati con cura prestando particolare attenzione alla stagionalità delle materie.

La mission di Luly’s Enogastronomia d’Eccellenza è educare a leggere l’etichetta per mangiare sostanzialmente meglio scegliendo qualità e non quantità. Permettendo ai propri clienti di scoprire la storia dei prodotti, i produttori e le peculiarità uniche di ogni proposta.

 

Leggi di più

Pesto di Foglie di Carote e Mandorle

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Alimentari | Lascia un commento  
Le Carote di Sesto Frutta

Le Carote di Sesto Frutta

 

Il Paolo del Sesto Frutta è sempre attento a trovare la particolarità e questa volta con la scoperta del Pesto di Foglie di Carote ha veramente stupito.

Perché, confessiamolo, chi sapeva che le Foglie delle Carote non solo fossero commestibili, ma fossero pure buone?

Vediamo quindi come si prepara il pesto, partendo dal presupposto che le foglie hanno un gusto tendente all’amarognolo che andrà smorzato con l’uso delle mandorle e delle noci.

Leggi di più

Gualtiero Marchesi degusta il Raviolo di Varese

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

Gualtiero Marchesi degusta il Raviolo di Varese e conferisce alla sua creatrice, la pastaia sestese Susy Milani, il riconoscimento di “Pastaia d’Eccellenza”.

dedica Gualtiero Marchesi Susy Milani Il Raviolo di Varese “Opere - Works”

dedica di Gualtiero Marchesi a Susy Milani per Il Raviolo di Varese – “Opere – Works”

Susy, che già conosceva indirettamente lo chef pluristellato Michelin in quanto allieva di Franco Carrera, titolare del ristorante La Vecchia Arona, dopo una lunga gavetta come pastaia è stata ricevuta a corte dal notissimo re dei fornelli e gli ha proposto la degustazione del suo prodotto varesino; il secondo, nato dopo il prelibato Raviolo di Sesto Calende a marchio De.Co.

A Marchesi sembra proprio che il raviolo del capoluogo, a base di toma nostrana, miele varesino e noci, sia piaciuto. Il suo apprezzamento è valso alla pastaia sestese un’onorificenza molto gradita: il titolo di pastaia d’eccellenza. “Non ci sono parole per descrivere l’onore di tale fregio” ha detto commossa la Milani, che l’ha incontrato sabato allo Spazio Feltrinelli di Varese.

Gualtiero Marchesi, il Raviolo di Varese e la Pastaia Susy Milani

Gualtiero Marchesi, il Raviolo di Varese e la Pastaia Susy Milani

Qui il maestro della cucina italiana – che preferisce definirsi cuoco piuttosto che chef e predilige la cucina di casa nostra e la sua terminologia – è stato introdotto dal direttore di Varesereport Andrea Giacometti e ha illustrato il suo volume “Opere – Works”: “un libro di piatti e non di tecniche o di ricette, che fa appello alle immagini, alla composizione, all’idea”. Non un ricettario ma un volume dove i piatti illustrati campeggiano come vere e proprie opera d’arte.

La presenza di Gualtiero Marchesi a Varese non stupisce: a breve, nella bellissima Villa Mylius oggi in fase di ristrutturazione, la sua Fondazione avvierà corsi di formazione e d’educazione al gusto anche per bambini.Una passione, quella per l’insegnamento ai più piccoli, che anche la pastaia sestese condivide: anche lei, che è mamma di tre bimbi, tiene corsi ai piccoli alunni delle scuole per l’infanzia e insegna loro i primi rudimenti di cucina attraverso il gioco e la manipolazione degli ingredienti.

Susy Milani è un personaggio vulcanico, sempre alla ricerca di nuove frontiere da superare: così, dopo aver creato il Raviolo di Sesto Calende al persico di lago, gamberi di fiume e menta di Lentate e quello di Varese premiato da Marchesi, ha ideato un nuovo prodotto: il Raviolo di Milano. Gli ingredienti? Quelli della tradizione meneghina: Ossobuco alla Milanese in gremolada (prezzemolo-aglio-scorza di limone grattugiata) e Sfoglia allo Zafferano. Un’eccellenza artigianale che non mancherà di stupire la clientela de La Casa della Pasta Fresca di Sesto e perché no? gli chef più blasonati.

Gualtiero Marchesi, prepari la forchetta per una nuova degustazione: Susy l’aspetta a Sesto!

da: Paola Trinca Tornidor

Articolo La Provincia di Varese Gualtiero Marchesi “Opere - Works” - il Raviolo di Varese - Susy Milani

Articolo Stampa

Logo La Casa della Pasta Fresca

La Casa della Pasta Fresca ®
Pastificio dal 1985

Produzione e Vendita Pasta Fresca * Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto * Risto Pasta * Catering

Partita Iva 02284090020

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende (VA) – Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

Visita i nostri siti web:      www.ilraviolodisestocalende.it     www.ilraviolodivarese.it      www.ilraviolodimilano.it
www.lacasadellapastafresca.it

30 Anni Jpeg

 

Olio Di Vito

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

Olio Di Vito

Continua la ricerca di qualità da parte di Sesto Frutta di Via dell’Olmo a Sesto Calende, continua la raccolta di eccellenze di Abruzzo.

La nuova scoperta di Paolo è un olio denocciolato, un prodotto da architettura Biologica dell’Azienda Di Vito di Vasto.

Leggi di più

Quatar basei……ovvero La pancetta stufata del Gianni Macelar.

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Essere Macellaio oggi richiede un approccio diverso al mercato, da un lato si deve puntare sulla qualità del prodotto, dall’altro cercare di creare nuove proposte che la qualità la valorizzino e che propongano al consumatore un prodotto da filiera integrata che lo differenzi dalla grande distribuzione.

Jpeg

La creazione di nuovi prodotti ha diverse fasi, l’analisi delle materie prime, la concezione, la sperimentazione, il test. Tutto viene buono, non tutto ha abbastanza personalità da differenziarsi, qualcosa può averne troppa di personalità e rischia di non incontrare il gusto dei più.

Il nuovo prodotto del Gianni Macelar è la Pancetta stufata “Quatar basei“, frutto di un’idea e di una serie di prove che hanno portato alla sua gustosa versione.

Si tratta di una Pancetta che viene insaporita con la miscela di spezie che è uno dei marchi di fabbrica del Gianni, arrotolata e poi fatta stufare a bassa temperatura per diverse ore.

Jpeg

Va mangiata affettata fine,

Jpeg

 

su un crostino, su una fettina di polenta, magari lievemente scaldata, senza richiedere nessun companatico particolare perché già saporita di suo.

In bocca è morbida, leggermente bagnata, con la sensazione di grasso della pancetta che è stata attenuata dalla cottura, molto intensa per effetto delle spezie. Equilibrata ma contemporaneamente intensa. La perfetta entree…..

Una ricettina per un antipasto scenografico, delle cassettine di pasta sfoglia con patate e tomino con la Pancetta Stufata del Gianni.

Tortino 5

Si affettano molto sottili, per il lungo le patate e le si fa scottare per 5 minuti esatti in acqua bollente, gettandolo poi in acqua gelata per mantenere la consistenza.

Si prende intanto della pasta sfoglia, se ne ricavano dei rettangoli da 10×5 o poco più, si ritagliano poi delle striscioline che si bagnano e si aggiungono ai lati su tre strati costruendo delle cassettine.

Tortino 4

All’interno delle cassettine si mette uno strato di patate, uno strato di tomino, poi un altro di patate sino a riempire terminando in alto con le patate. Si informa a 180 gradi per venti minuti e un minuto prima di toglierlo dal forno si appoggiano su ogni cassettina tre fette della pancetta stufata.

tortino07

 

Il risultato finale sara’: Bello e buono.