Città in Black Friday da Luly’s

Pubblicata il by Lucia Salina Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Sconti dal 20% al 50% su prodotti enogastronomici d’eccellenza 24, 25 e 26 novembre 2017

A Sesto Calende, in Piazza Mazzini, 14a puoi trovare il Luly’s un’enogastronomia dove assaggiare ed acquistare prodotti selezionati con cura prestando particolare attenzione alla stagionalità delle materie.

La mission di Luly’s Enogastronomia d’Eccellenza è educare a leggere l’etichetta per mangiare sostanzialmente meglio scegliendo qualità e non quantità. Permettendo ai propri clienti di scoprire la storia dei prodotti, i produttori e le peculiarità uniche di ogni proposta.

 

Leggi di più

Pesto di Foglie di Carote e Mandorle

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Alimentari | Lascia un commento  
Le Carote di Sesto Frutta

Le Carote di Sesto Frutta

 

Il Paolo del Sesto Frutta è sempre attento a trovare la particolarità e questa volta con la scoperta del Pesto di Foglie di Carote ha veramente stupito.

Perché, confessiamolo, chi sapeva che le Foglie delle Carote non solo fossero commestibili, ma fossero pure buone?

Vediamo quindi come si prepara il pesto, partendo dal presupposto che le foglie hanno un gusto tendente all’amarognolo che andrà smorzato con l’uso delle mandorle e delle noci.

Leggi di più

Gualtiero Marchesi degusta il Raviolo di Varese

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

Gualtiero Marchesi degusta il Raviolo di Varese e conferisce alla sua creatrice, la pastaia sestese Susy Milani, il riconoscimento di “Pastaia d’Eccellenza”.

dedica Gualtiero Marchesi Susy Milani Il Raviolo di Varese “Opere - Works”

dedica di Gualtiero Marchesi a Susy Milani per Il Raviolo di Varese – “Opere – Works”

Susy, che già conosceva indirettamente lo chef pluristellato Michelin in quanto allieva di Franco Carrera, titolare del ristorante La Vecchia Arona, dopo una lunga gavetta come pastaia è stata ricevuta a corte dal notissimo re dei fornelli e gli ha proposto la degustazione del suo prodotto varesino; il secondo, nato dopo il prelibato Raviolo di Sesto Calende a marchio De.Co.

A Marchesi sembra proprio che il raviolo del capoluogo, a base di toma nostrana, miele varesino e noci, sia piaciuto. Il suo apprezzamento è valso alla pastaia sestese un’onorificenza molto gradita: il titolo di pastaia d’eccellenza. “Non ci sono parole per descrivere l’onore di tale fregio” ha detto commossa la Milani, che l’ha incontrato sabato allo Spazio Feltrinelli di Varese.

Gualtiero Marchesi, il Raviolo di Varese e la Pastaia Susy Milani

Gualtiero Marchesi, il Raviolo di Varese e la Pastaia Susy Milani

Qui il maestro della cucina italiana – che preferisce definirsi cuoco piuttosto che chef e predilige la cucina di casa nostra e la sua terminologia – è stato introdotto dal direttore di Varesereport Andrea Giacometti e ha illustrato il suo volume “Opere – Works”: “un libro di piatti e non di tecniche o di ricette, che fa appello alle immagini, alla composizione, all’idea”. Non un ricettario ma un volume dove i piatti illustrati campeggiano come vere e proprie opera d’arte.

La presenza di Gualtiero Marchesi a Varese non stupisce: a breve, nella bellissima Villa Mylius oggi in fase di ristrutturazione, la sua Fondazione avvierà corsi di formazione e d’educazione al gusto anche per bambini.Una passione, quella per l’insegnamento ai più piccoli, che anche la pastaia sestese condivide: anche lei, che è mamma di tre bimbi, tiene corsi ai piccoli alunni delle scuole per l’infanzia e insegna loro i primi rudimenti di cucina attraverso il gioco e la manipolazione degli ingredienti.

Susy Milani è un personaggio vulcanico, sempre alla ricerca di nuove frontiere da superare: così, dopo aver creato il Raviolo di Sesto Calende al persico di lago, gamberi di fiume e menta di Lentate e quello di Varese premiato da Marchesi, ha ideato un nuovo prodotto: il Raviolo di Milano. Gli ingredienti? Quelli della tradizione meneghina: Ossobuco alla Milanese in gremolada (prezzemolo-aglio-scorza di limone grattugiata) e Sfoglia allo Zafferano. Un’eccellenza artigianale che non mancherà di stupire la clientela de La Casa della Pasta Fresca di Sesto e perché no? gli chef più blasonati.

Gualtiero Marchesi, prepari la forchetta per una nuova degustazione: Susy l’aspetta a Sesto!

da: Paola Trinca Tornidor

Articolo La Provincia di Varese Gualtiero Marchesi “Opere - Works” - il Raviolo di Varese - Susy Milani

Articolo Stampa

Logo La Casa della Pasta Fresca

La Casa della Pasta Fresca ®
Pastificio dal 1985

Produzione e Vendita Pasta Fresca * Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto * Risto Pasta * Catering

Partita Iva 02284090020

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende (VA) – Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

Visita i nostri siti web:      www.ilraviolodisestocalende.it     www.ilraviolodivarese.it      www.ilraviolodimilano.it
www.lacasadellapastafresca.it

30 Anni Jpeg

 

Olio Di Vito

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

Olio Di Vito

Continua la ricerca di qualità da parte di Sesto Frutta di Via dell’Olmo a Sesto Calende, continua la raccolta di eccellenze di Abruzzo.

La nuova scoperta di Paolo è un olio denocciolato, un prodotto da architettura Biologica dell’Azienda Di Vito di Vasto.

Leggi di più

Quatar basei……ovvero La pancetta stufata del Gianni Macelar.

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

Essere Macellaio oggi richiede un approccio diverso al mercato, da un lato si deve puntare sulla qualità del prodotto, dall’altro cercare di creare nuove proposte che la qualità la valorizzino e che propongano al consumatore un prodotto da filiera integrata che lo differenzi dalla grande distribuzione.

Jpeg

La creazione di nuovi prodotti ha diverse fasi, l’analisi delle materie prime, la concezione, la sperimentazione, il test. Tutto viene buono, non tutto ha abbastanza personalità da differenziarsi, qualcosa può averne troppa di personalità e rischia di non incontrare il gusto dei più.

Il nuovo prodotto del Gianni Macelar è la Pancetta stufata “Quatar basei“, frutto di un’idea e di una serie di prove che hanno portato alla sua gustosa versione.

Si tratta di una Pancetta che viene insaporita con la miscela di spezie che è uno dei marchi di fabbrica del Gianni, arrotolata e poi fatta stufare a bassa temperatura per diverse ore.

Jpeg

Va mangiata affettata fine,

Jpeg

 

su un crostino, su una fettina di polenta, magari lievemente scaldata, senza richiedere nessun companatico particolare perché già saporita di suo.

In bocca è morbida, leggermente bagnata, con la sensazione di grasso della pancetta che è stata attenuata dalla cottura, molto intensa per effetto delle spezie. Equilibrata ma contemporaneamente intensa. La perfetta entree…..

Una ricettina per un antipasto scenografico, delle cassettine di pasta sfoglia con patate e tomino con la Pancetta Stufata del Gianni.

Tortino 5

Si affettano molto sottili, per il lungo le patate e le si fa scottare per 5 minuti esatti in acqua bollente, gettandolo poi in acqua gelata per mantenere la consistenza.

Si prende intanto della pasta sfoglia, se ne ricavano dei rettangoli da 10×5 o poco più, si ritagliano poi delle striscioline che si bagnano e si aggiungono ai lati su tre strati costruendo delle cassettine.

Tortino 4

All’interno delle cassettine si mette uno strato di patate, uno strato di tomino, poi un altro di patate sino a riempire terminando in alto con le patate. Si informa a 180 gradi per venti minuti e un minuto prima di toglierlo dal forno si appoggiano su ogni cassettina tre fette della pancetta stufata.

tortino07

 

Il risultato finale sara’: Bello e buono.

Crema di Puntarella Romana da Sesto Frutta

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

La Puntarella Romana è una verdure che si presta a molte preparazioni oltre alla classica cruda con olio ed acciughe.

Un’utilizzo può essere quello di farne una salsina perfetta per accompagnare pesce o formaggi freschi od entrambi.

Ovviamente il punto di partenza è passare da Sesto Frutta per prenderne di buona qualità.

Leggi di più

I fegatini del Gianni macelar.

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari | Lascia un commento  

I Fegatini del Gianni, dal crostino al risotto

Premessa, se volete un buon crostino toscano la soluzione più semplice è prenderlo già pronto dal Gianni che non si sbaglia mai.

Ma se invece avete tempo e voglia di cucinare, allora potete procedere da soli, l’importante è andare comunque dal Gianni per approvvigionarsi della materia prima perché la qualità fa la differenza.

12743523_1564930343831724_4215016224550126635_nVediamo quindi come preparare Risotto coi Fegatini e Crostini Toscani.

Per prima cosa preparare un battuto con un quarto di cipolla, mezza carota e farlo rosolare nell’olio con una fetta di lardo. Per la rosolatura ho usato la pentola di acciaio che dopo utilizzerò per il risotto.

Ho aggiunto a questo punto due foglie d’alloro fresco, quattro bacche di ginepro, un’idea di cannella, due spruzzi di insaporitore della Cannamela per arrosti.

Ho buttato i fegatini ( 500/600 gr  bastano per quattro persone ) e li ho fatti rosolare bene sempre tenendo la fiamma viva; quando hanno preso un colore uniforme ho sfumato con vino bianco secco e poi aggiunto un bicchierino di latte caldo.

fegatini

Ho trasferito nella pentola di coccio ( non è obbligatorio ) coperto con abbondante acqua bollente, incoperchiato  e fatto cuocere a fuoco lento per un’ora e mezza.

 

In realtà dopo un’ora ho selezionato i pezzi migliori, li ho tirati fuori, rifilati a coltello dove serve e messi da parte ( gli scarti della rifilatura li ho ributtati in padella ). Continuiamo con i crostini, dieci minuti prima della fine cottura ho aggiunto un bicchierino scarso di marsala stravecchio secco, ho tolto il coperchio ed ho cominciato a fare asciugare.

12705678_1564861533838605_4167182658102364609_n

Ho intanto preparato un battuto con 4 capperi e 2 acciughe, ho scolato i fegatini e li ho tritati a coltello insieme al battuto sino a che non sono diventati finissimi e li ho ributtati in pentola facendoli asciugare a fiamma  bassa. A questo punto si spalmano sui crostini di pane.

 

12688383_1564875290503896_1452767192562989871_n

 

 

A parte ho preparato un classico risotto giallo da servire con i fegatini : in una padella ho fatto sciogliere del burro e ci ho buttato i fegatini per farli diventare più croccanti, ho sfumato di vino rosso, aggiunto dell’altro burro ed un paio di cucchiaini del brodo dei fegatini mettendo poi della maizena per fare addensare la salsa. Si impiatta il risotto e si condisce con un paio di cucchiai di fegatini da mettere sopra insieme alla loro salsa.

Paolo Maggioni

 

 

 

Mozzarelle di Bufala Artigianali a Chilometri Zero

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  
Mozzarelle di Bufala Artigianali a Chilometri Zero

Mozzarelle di Bufala Artigianali a Chilometri Zero

Non tutti sanno della scoperta che le Bufale si adattano perfettamente al clima umido Piemontese e che quindi in Regione sono sorti alcuni allevamenti di qualità.

Uno di questi allevamenti è dall’altra parte del Ticino ad Oleggio (Oleggio Grande, non Oleggio Castello ), ci sono stato e posso definirlo moderno, pensato per il benessere degli animali, focalizzato sulla qualità della produzione.

Leggi di più

Il Raviolo di Sesto fa del bene!!!

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

Prosegue fino a Natale l’iniziativa lanciata questa estate che lega Il Raviolo di Sesto Calende
con il progetto del Kiwanis International Distretto Italia – San Marino dal nome ELIMINATE

11665375_556119557859779_2138213937361265822_n
Eliminare il tetano materno e neonatale da tutto il mondo: un’impresa alla quale tutti noi possiamo contribuire. Si tratta di una malattia mortale ancora presente in 24 paesi del pianeta che uccide un neonato ogni 9 minuti e cioè 60.000 neonati ogni anno che non arriveranno mai a crescere, a far ridere le loro mamme, a giocare con gli amici o sognare un loro futuro. Il TMN è una terribile tragedia ma facile da prevenire, grazie alla campagna mondiale del Kiwanis a favore dei bambini, con $1,80 si può acquistare il vaccino composto da 3 dosi salvando così la mamma e i suoi futuri bambini.

Una parte dell’acquisto del Raviolo di Sesto Calende andrà direttamente a finanziare il progetto quindi cosa aspettate a partecipare a questa iniziativa mondiale?

Il Raviolo di Sesto Calende è realizzato con ingredienti di prima qualità:

nasce dall’unione tra un ripieno unico e di prima qualità e la migliore sfoglia, realizzata secondo la tradizione italiana, gli ingredienti del ripieno sono Persico di lago, Gambero di fiume e menta di Sesto Calende della Cascina Bertoldo.

Articoli Stampa Il Raviolo di Sesto Calende è buono e fa del Bene - Papa Francesco

Articoli Stampa Il Raviolo di Sesto Calende è buono e fa del Bene – Papa Francesco

Il Raviolo di Sesto Calende è una specialità La Casa della Pasta Fresca.

Puoi acquistarlo o gustarlo quando desideri direttamente a Sesto Calende (Va), in via V. Veneto 13, oppure scoprirlo nei migliori ristoranti e negozi.

Spedizione in 24 h con corriere (gratis da 5 kg): acquistalo ora!

Chi mangia il Raviolo di Sesto Calende Sorride di Piacere

Chi mangia il Raviolo
di Sesto Calende
Sorride di Piacere

Logo-La-Casa-della-Pasta-Fresca-500x384

Scopri IL RAVIOLO di SESTO CALENDE
Scopri IL RAVIOLO di VARESE
Guarda su Youtube i nostri Video:  

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self  Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

info@lacasadellapastafresca.itwww.lacasadellapastafresca.it

www.facebook.com/LaCasadellaPastaFresca

Senza Glutine ma buona

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Alimentari, In Primo Piano | 1 Commento

Partiamo direttamente dal titolo e parliamo dell’ultima scoperta di Paolo del Sestofrutta, una  pasta fatta con Legumi da un produttore artigianale del Varesotto.

La base di realizzazione è farina di Ceci ed in minor misura di fagioli borlotti e piselli con un risultato veramente interessante perché sono riusciti a togliere il glutine senza togliere il gusto.

E con la comodità di una pasta che viene pronta in 3/4 minuti.

Aggiungiamo una nota di folkore, Time Magazine ha pubblicato l’elenco delle miglior invenzioni del 2015, elenco ripreso poi anche dal Corriere, annoverando anche una pasta fatta di farina di Ceci da una azienda Americana spalleggiata da Bastianich: il commento potrebbe essere che hanno inventato l’acqua calda visto che qui in Italia già si fa, ma comunque è sintomatico dell’interesse ed del mercato che stanno trovando questi prodotti con farine alternative al grano che fra l’altro hanno la metà dei carboidrati ed il doppio di proteine.

Dimenticavo il nome, Legù, da appuntarsi.

Leggi di più

Complimenti dallo chef Barzetti al Raviolo di Varese

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

Toma stagionata, noci e miele DOP Varesino: quando le eccellenze si incontrano piacciono anche agli addetti ai lavori

CHEF Sergio Barzetti

Sergio Barzetti, il Raviolo di Varese e la Presidente del Gruppo Alimentari e Bevande dell’Unione Industriali Varese Angela Ribolzi

 

Sergio Barzetti Il Raviolo di Varese

Sergio Barzetti con Il Raviolo di Varese

E’ quello che è successo nel corso della manifestazione “I sapori di Varese a Expo2015″, organizzata dall’ Unione degli Industriali della Provincia di Varese al padiglione “Cibus è Italia” di Expo2015.

L’esposizione universale, giunta quasi al termine, ha raccolto tutto il meglio in quanto a sapori e gusto.

Protagonista subito notato dal Cuoco di Rai1 Sergio BARZETTI è stato “Il Raviolo di Varese” alla Toma Nostrana, Miele Varesino DOP e Noci.
Lo Chef Barzetti ha voluto personalmente assaggiare il Raviolo nostrano prima da crudo, per assaporare il retro gusto degli ingredienti freschi dando il suo apprezzamento al Ripieno gustoso e originale.

Durante la conferenza Sergio ha citato il Raviolo come un’ottima iniziativa e dopo averlo rigustato cotto si è prestato personalmente a fare la foto con il Raviolo di Varese, la Presidente del Gruppo Alimentari e Bevande dell’Unione Industriali Varese Angela Ribolzi e la delegazione degli EMIRATI ospiete all’evento.

Proprio questi ultimi, la delegazione degli Emirati durante la degustazione hanno apprezzato moltissimo Il Raviolo di Varese chiedendo informazioni a riguardo e chissà… che il prossimo volo per Il Raviolo di Varese non sia proprio verso gli Emirates !!!

 

Delegazione Emirates - Sergio Barzetti Il Raviolo di Varese

Delegazione degli EMIRATI con Sergio Barzetti e Il Raviolo di Varese

 

Logo-La-Casa-della-Pasta-Fresca-500x384

Scopri IL RAVIOLO di VARESE
Scopri IL RAVIOLO di SESTO CALENDE
Guarda su Youtube i nostri Video:  

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self  Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

info@lacasadellapastafresca.itwww.lacasadellapastafresca.it

www.facebook.com/LaCasadellaPastaFresca

San Valentino e Peccati di Gola, Ravioli a forma di Cuore

Pubblicata il by LACASADELLAPASTAFRESCA Caricata in Alimentari, In Primo Piano | 1 Commento

 

La Casa della Pasta Fresca - Sesto Calende

La Casa della Pasta Fresca – Sesto Calende

 san-valentino-cuore

A San Valentino se la tua Donna vuoi conquistare
i Ravioli a forma di Cuore le devi portare
e se poi un peccato di gola le farai fare
con il cioccolato e peperoncino ti potrà solo Amare.
Che aspetti…prenotali subito!!! Produzione limitata
Tel. 0331924981 – info@lacasadellapastafresca.it

Logo La Casa della Pasta Fresca

Scopri IL RAVIOLO di SESTO CALENDE
Guarda su Youtube i nostri Video:  

La Casa della Pasta Fresca®

Pastificio – Produzione e Vendita Diretta Pasta Fresca

Ristorante Self  Service

Gastronomia e Piatti Pronti da Asporto

Servizio Catering e Banqueting

Pranzi e Buffet per Cerimonie, Feste Private ed Eventi

Noleggio Attrezzature

Via V .Veneto 13 (S.S. Sempione) Sesto Calende(VA)

Tel. 0331 924981 – Fax. 0331 919385

info@lacasadellapastafresca.itwww.lacasadellapastafresca.it

www.facebook.com/LaCasadellaPastaFresca

Il Tacle. Un Mandarino Rose Frizzante.

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Alimentari, In Primo Piano | Lascia un commento  

Il Taclè. Un Mandarino Rosè Frizzante…di Paolo Maggioni

Nuova proposta di qualità di Sesto Frutta per questi primi mesi dell’anno, il Taclè, un incrocio fra il Tarocco Nucellare e la Clementina.

Un vero prodotto del Sole di Sicilia, distribuito dall’Azienda Fratelli Conti di Paterno, leader locale dei prodotti di qualità.

 

il Confronto tra Arancio, Taclè e Clementina

il Confronto tra Arancio, Taclè e Clementina

 

Perché Mandarino Frizzante ?

Tanto per cominciare il frutto ha la forma del Mandarino, solo è più grosso perché la dimensione la eredita dal Tarocco, ha il colore del mandarino, la buccia si stacca facilmente come per il mandarino, come questo ha pochissima pellicina bianca e come questo gli spicchi si dividono facilmente.

Addentato ha un gusto dolce, leggermente ma piacevolmente acido e, ebbene si, frizzante!!!

Provare per credere ma la frizzantezza di sente.

Nota a latere per i pigri e per i bambini: assolutamente niente semi.

Riassumendo : un bel frutto da provare, magari con uno spruzzo di Sale di Persia se volete provare qualcosa di diverso.