Aurora Boreale, almeno una volta nella vita!

Pubblicata il by ipotesi viaggi Caricata in Agenzie Di Viaggio | Lascia un commento  

Ipotesi Viaggi ha portato un gruppo di clienti, lo scorso 11 marzo, a Tromso in Norvegia, a “caccia dell’ aurora boreale“. E siamo stati fortunati, come potete vedere dalle foto, abbiamo visto aurore bellissime.

Ogni aurora è diversa dall’altra: può sembrare un groviglio di tenue luce bianca vaporosa, oppure un arcobaleno notturno di colori danzanti che passano dall’arancio al porpora, al verde e al rosso.

Ma come nasce un’aurora boreale?

L’aurora è il risultato della collisione tra particelle gassose dell’atmosfera terrestre con altre, caricate elettricamente, provenienti dal sole. I vari colori dipendono dal tipo di particelle gassose che vanno a scontrarsi tra loro. Il colore più comune dell’aurora boreale, il verde pallido, è prodotto da molecole di ossigeno che si trovano a circa 60 chilometri di altezza sopra la Terra. Le rare aurore di colore rosso sono prodotte sempre dall’ossigeno ma ad altitudini fino a 200 chilometri. L’azoto produce aurore di colore blu o porpora. Il legame tra l’aurora e l’attività delle macchie solari è stato dimostrato negli anni ’50 quando, grazie ad approfondite ricerche, si è dimostrato che gli elettroni ed i protoni provenienti dal Sole raggiungono la Terra grazie al vento solare. La temperatura sulla superficie del Sole raggiunge i milioni di gradi. A queste temperature le collisioni tra molecole di gas sono frequenti ed esplosive. Gli elettroni ed i protoni liberi sfuggono dall’atmosfera grazie alla rotazione del Sole e fuggono attraverso buchi del suo campo magnetico. Spinte verso la Terra dal vento solare, le particelle caricate elettricamente vengono però deviate dal campo magnetico terrestre. Il campo magnetico terrestre è più debole in corrispondenza dei due poli e di conseguenza alcune particelle riescono comunque a penetrare l’atmosfera scontrandosi con particelle di gas presenti nella stessa. Queste collisioni producono la luce che noi chiamiamo aurora boreale. Le luci dell’aurora generalmente si estendono dagli 80 ai 640 chilometri sopra la superficie del pianeta.

L’aurora boreale nel nostro emisfero, può essere osservata nell’area corrispondente alle lapponie finlandese, norvegese e svedese, la punta meridionale della Groenlandia e dell’Islanda, la Siberia, il Canada e l’Alaska. In generale le zone a nord, con piccoli centri abitati, sono le migliori per osservarle. L’assenza di inquinamento luminoso è una condizione ottimale per osservare un’aurora boreale e anche il freddo, infatti l’inverno è la stagione migliore per vederle. Ma ci si copre con speciale abbigliamento termico che viene fornito in loco.

I lunghi periodi di oscurità e la frequenza di notti limpide presentano ottime probabilità di avvistamento. Generalmente l’orario migliore per vedere un’aurora è verso mezzanotte. Ma bisogna avere pazienza, le aurore amano giocare a nascondino. E un pizzico di fortuna, non si può garantire che il cielo sia sereno, ma in queste zone è molto variabile.

Per chi non ha potuto partecipare alla spedizione di Tromso, stiamo preparando una nuova partenza a caccia di aurore in Islanda, dal 3 all’8 dicembre, sempre con il nostro partner Il Diamante.

Contattateci per avere il programma dettagliato, oppure iscrivetevi alla nostra newsletter facendone richiesta al nostro indirizzo e-mail info@ipotesiviaggi.com o direttamente dal sito www.ipotesiviaggi.com

Perchè l’aurora boreale va vista almeno una volta nella vita!

 

Benvenuti in Oman!

Pubblicata il by ipotesi viaggi Caricata in Agenzie Di Viaggio | Lascia un commento  

Ahlan!
Benvenuti in Oman!
Il viaggio di Pasqua per Ipotesi’n Rosa.

Siete pronte a partire per questa Terra ricca di fascino, di paesaggi incontaminati e di autentica ospitalità?
Dune dorate che scivolano in mare, Souk dai profumi e colori inebrianti, siti storici dichiarati patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, falesie a picco sull’oceano nella penisola di Musandam.
Da sempre terra di viaggi e commerci, già citata da Marco Polo ne “Il Milione”, l’Oman è un Paese sicuro e ospitale, legato alle proprie tradizioni e al tempo stesso aperto al futuro.
Un viaggio in Oman è autentica emozione, a partire dalla capitale Muscat, con la sua elegante moschea, i ricchi musei, le antiche case cinte da mura, il porto con i tradizionali dhow e la sua Royal Opera House.
Dalla capitale è possibile partire alla scoperta dei paesini tra le montagne, dei villaggi beduini, della “via dell’incenso”, delle spiagge bagnate dall’Oceano Indiano nella regione del Dhofar, dei forti che punteggiano il panorama come enormi castelli di sabbia, magari passando la notte in un accampamento nel deserto sotto le stelle, a Sharqiyah o nel deserto infinito di Rub-Al’Khali.
E infine godersi le piscine naturali dei wadi, le oasi e i siti di immersione, dove ammirare diverse specie di tartarughe.
Vi aspetta un viaggio di esplorazioni in una terra sospesa tra Africa e Asia, porta d’accesso ideale all’Arabia Felix.
Il nostro viaggio Ipotesi’n Rosa per la Pasqua 2016.
Vi sembrerà un paradosso aver scelto in questo periodo, di proporre un viaggio in una nazione araba e per giunta dedicato alle donne. Ma l’Oman è sicuro, inoltre il Paese da sempre mostra un’apertura verso il mondo delle donne e ne favorisce l’integrazione nella vita sociale tanto da istituire anche una giornata, il 17 ottobre, interamente dedicata alle donne.
Richiedete il programma dettagliato: ipotesinrosa@ipotesiviaggi.com

Alessia

 

Assistenza Legale per Vacanza Rovinata

Pubblicata il by Lo Staff ILSC Caricata in Agenzie Di Viaggio | Lascia un commento  

‘Se il Paradiso si trasforma in un Inferno: dalle “stelle alle stalle”’

 

Capita ormai molto spesso di rientrare dalle Vacanze Estive e di avere l’amarezza in bocca per i disagi subiti durante il periodo di soggiorno trascorso nel resort, nonché per la mancanza delle aspettative che il soggiorno, da mesi sognato e desiderato, averebbe dovuto garantire e concedere.

Ecco ora come affrontare il tema “caldo” del cd. diritto al risarcimento del danno da vacanza rovinata, con i suoi presupposti, ambiti e i limiti applicativi.

Cercherò di essere breve e molto concreto nel fissare alcuni principi cardine di questa “nuova” figura giurisprudenziale, che, negli ultimi anni, è andata via via sempre più delineandosi sino ad ottenere un pieno riconoscimento e una disciplina all’interno del cd. Codice del Turismo (D.lgs n. 79/2011), oltre che ad essersi affermata nelle aule di giustizia.

Il danno da vacanza rovinata è da intendersi come disagio psicofisico da mancata realizzazione di una vacanza programmata, quel pregiudizio al benessere psichico materiale che il turista soffre per non aver potuto godere in tutto o in parte della vacanza quale occasione di piacere, svago e riposo, essendo la stessa intesa come periodo di rigenerazione delle proprie energie psico-fisiche.

 

Una Vacanza Rovinata

Una Vacanza Rovinata

 

A fronte di tale situazione ecco che viene in aiuto la normativa contenuta nel succitato Codice, art. 47 comma primo, il quale prevede espressamente la possibilità di accordare al turista un risarcimento del danno da vacanza rovinata a causa dell’inadempimento dell’organizzatore.

Inadempimento, quest’ultimo, che si configura certamente a causa di carenze o imprecisioni informative dovute al livello della qualità dell’alloggio, dei trasporti e dei servizi che non corrispondono allo standard promesso con l’acquisto del pacchetto turistico all-inclusive (a titolo di mero esempio: volo cancellato, overbooking in hotel, struttura del villaggio diversa da quella illustrata nella brochure informativa, assenza di servizi, disagi organizzativi etc.)

Leggi di più

Il Profumo Ipotesi…

Pubblicata il by ipotesi viaggi Caricata in Agenzie Di Viaggio | Lascia un commento  

In occasione del nostro 25° anniversario – 1989/2014 – abbiamo creato il Profumo Ipotesi, una fraganza unisex che abbiamo regalato a tutti i nostri clienti chiedendo loro di portarlo in vacanza, fotografarlo e postarlo sulla nostra pagina Facebook.

E’ stato fantastico vedere come i clienti Ipotesi Viaggi si sono sbizzarriti e hanno dato forma ad ogni tipo di creatività… Siamo felici che la nostra inziativa abbia avuto successo e vogliamo condividere con voi le foto più buffe…

Che altro dire? Grazie a tutti per averci portato a 25 anni di attività, grazie per aver avuto fiducia in noi…

Grazie per aver portato il Profumo Ipotesi in giro per il mondo…

Alessia, Chiara, Katia, Michela e Paolo

lo staff Ipotesi Viaggi, Specialisti nella realizzazione dei vostri desideri!

 

Week end in Mar Morto – Benessere al Femminile

Pubblicata il by ipotesi viaggi Caricata in Agenzie Di Viaggio | Lascia un commento  

Il Mar Morto è il punto più basso della Terra (413 metri sotto il livello del mare) e deve il suo nome alla totale assenza di vita nelle sue acque, dovuta all’alta concentrazione salina. Il Mar Morto offre un’occasione di bagno unica al mondo. Infatti l’alta densità dell’acqua fa si che un corpo galleggi di più ed è quindi possibile stare comodamente sdraiati sul dorso a leggere un libro, beneficiando inoltre delle qualità curative dell’acqua e dei fanghi, ottimi coadiuvanti di bellezza.

Per questo motivo sulle sponde del Mar Morto sono sorte diverse strutture alberghiere dotate di SPA, centri benessere dove potersi rilassare, alla fine di un tour, piuttosto che solo per qualche giorno da dedicare a se stessi.

Le acque del Mar Morto sono formate dal Fiume Giordano e segnano il confine fra Israele e Giordania. Noi abbiamo scelto per il nostro week end Benessere Ipotesi’n Rosa la Giordania, includendo anche una visita della sua capitale, Amman.

Partiremo il 14 maggio … richiedeteci il programma dettagliato: ipotesinrosa@ipotesiviaggi.com