Storia e Benefici della Curcuma.

Cari amici eccoci al consueto appuntamento con la rubrìca “L’energia viene dal cibo” a cura della Naturopata Ivana  e Daniela.

Oggi parliamo di…CURCUMA

STORIA E BENEFICI DELLA CURCUMA

Pensate che la CURCUMA è conosciuta fin dall’antichità, originaria dell’India, dove cresce fino a 2000 metri.

La medicina cinese, presta molta attenzione a questa piccola radice di colore arancio, è detta Jiang Huang, che significa zenzero giallo, viene utilizzata per  le sue virtù terapeutiche.

I cinesi la ritengono utile per purificare il qi (cioè l’energia che circola dentro ciascun organismo), per i suoi effetti benefici sul processo digestivo, sullo stomaco, sui polmoni, nonché per trattare i problemi legati al fegato e alla cistifellea ed anche al sistema immunitario.

La curcuma è diventata famosa grazie agli studi condotti da scienziati che hanno scoperto la presenza di sostanze interessantissime, pigmenti fenolici chiamati curcuminoidi.

Si tratta di principi attivi che conferiscono un colore giallo-arancio e possiedono varie proprietà terapeutiche.

I curcuminoidi sono infatti importanti sostanze antiinfiammatorie e antiossidanti, ma presentano altresì  proprietà antitumorali. ( non si parla di cura , ma si intende come prevenzione nel contrastare l’insorgere di almeno otto tumori: colon, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni, mammelle e leucemia. )

Hanno una notevole caratteristica, non si dissolvono nell’acqua, perché sono densi e liposolubili,

Ecco un rimedio della medicina ayurvedica, che ricorda un po’ il nostro zabaione,  utilizzate la curcuma bollita nel latte.

E’ molto utile per combattere l’influenza e il raffreddore e gli stati infiammatori delle articolazioni.

Questa spezia dal sapore piccante e amaro, serve a regolare l’umore flemma.

L’assunzione di questo rimedio è utile   per migliorare il colorito cutaneo, per depurare il  sangue ed eliminare il muco, la tosse, combattere l’eczema, risolvere sinusiti croniche, combattere l’anemia , rafforzare gli organi genitali femminili, guarire i disturbi urinari.

Inoltre è molto utile come antiinfiammatorio, si utilizza per lenire le infiammazioni a livello articolare , digestivo, respiratorio, intestinale e cutaneo e di infiammazione croniche, (artrite e tendinite).

Alcuni ricercatori ne paragonano l’azione a quella del cortisone, senza la tossicità di quest’ultimo.

Da una trentina d’anni gli scienziati studiano la capacità della curcumina di ridurre i livelli di colesterolo cattivo, mantenendo pulite le arterie ed esercitando un effetto preventivo su certe patologie cardiovascolari.

E come ultimo viene usata per contrastare i dolori del ciclo mestruale, utile in caso di amenorrea e di dismenorrea, contribuisce a regolarizzare e ripristinare il ciclo e stimola l’attività del sistema immunitario.

L'Energia vien dal Cibo

L’Energia vien dal Cibo

Quanto bene fa la curcuma? Ed ecco per voi tre nostre ricette appetitose e colorate.

Zuppa marocchina Harira

Ingredienti:

30 gr. di fave, lenticchie, ceci  tutto a bagno x una notte (si consiglia di  togliere la pellicina)

un pò di prezzemolo

1 gambo di sedano

mezza cipolla

200gr passata di pomodoro

100gr farina oo

1/2 cubetto di lievito di birra fresco

1 cucchiaino curcuma

sale pepe  qb

1 cucchiaio olio di semi

Procedimento:

Soffriggere la  cipolla e il  sedano, aggiungere i legumi, rosolare per qualche minuto con la curcuma e il prezzemolo, aggiungere la passata di pomodoro fresca e  allungare con 2 litr2 di acqua .

Nel frattempo in una ciotola stemperare la farina con acqua e lievito, fino ad ottenere una pastella molto liquida. Lasciare lievitare x un’ora,  finché la pastella è raddoppiata del suo volume.

Quando i legumi risultano morbidi, e la pastella raddoppiata di volume, aggiungerla nella zuppa lentamente x evitare la formazione di grumi.

Alla fine  aggiungere l’olio di semi. L’Harira sarà pronta

 

 

Frittelle di ceci indiane Pakoras

Ingredienti:

250gr farina di ceci

1/2cucchiaio di lievito secco

1/2 cipolla media tritata

1 cucchiaino di curcuma,

pizzico di peperoncino verde

1 pizzico di  coriandolo

olio di semi per friggere

sale

Procedimento:

Mettere in una ciotola capiente la  farina e il  lievito, la cipolla, le spezie

Aggiungere  sale e acqua finchè si ottiene una pastella densa . Scaldare l’ olio, immergere un cucchiaio di pastella e friggere per 3/4 minuti finchè  risulta dorata. Rimuovere le frittelle con una schiumarola e scolare su carta assorbente. Servire calde accomapagnate da una una salsa yougurt  e cetriolo (tipo tzatzichi )

 

Golden Milk

Visto il clima  autunnale, i primi dolori articolari si fanno sentire, vi propongo una bevanda per migliorare l’elasticità e alle articolazioni e alle giunture ed è ottima per lubrificare la colonna vertebrale, aiuta a ridurre le infiammazione e contribuisce a rimuovere le tossine.

Ingredienti: .     

¼ di tazza di curcuma

½ tazza d’acqua

1 tazza di latte (meglio vegetale)

1 cucchiaino di olio di mandorle

Miele

 La preparazione è molto semplice:

 

Bollite l’acqua insieme alla curcuma mescolando lentamente fino a che il composto non si asciuga e diviene un pochino più denso. Una volta pronta, la miscela può essere conservata in frigorifero e utilizzata per 40 giorni (tempo consigliato da per questo trattamento)

Per ogni tazza di Latte d’oro  che si vuole preparare è necessario mescolare ¼ di cucchiaino del composto realizzato con la curcuma in una tazza di latte aggiungendo poi un cucchiaino di olio di mandorle dolci (mi raccomando quello per uso alimentare!).

Si riscalda a piacimento e infine si aggiunge il miele, in quantità variabile a seconda dei gusti. Se volete far diventare questa bevanda ancora più gustosa, frullatela lentamente. Diventerà così bella spumeggiante e potrete poi spolverarla con un po’ di cannella.

Considerate che tutti i piatti indiani prevedono la curcuma.

La cucina indiana è più vicina al nostro gusto , basta moderare le spezie, mentre la cinese, forse più medicamentosa, risulta più difficile al nostro palato.

Sono culture,  che si curano esclusivamente con  il cibo.

CURIOSITA’

MASSAGGIO CON L’OLIO ESSENZIALE DI CURCUMA  UTILE …

– Aiuta in caso di Cellulite

– Rigenera la pelle

– Rilassa e calma gli stati ansiosi

– Allevia i dolori Muscolari e Reumatici

 

Venite a provarlo è fantastico! Ivana Vi aspetta presso lo Zerocento per un massaggio con olio di curcuma.

Ivana Ghiringhelli 338-2629299

e-mail: Ivana.ghiringhelli@virgilio.it

 

 

Daniela Gnemmi

Condividi ora su:

Pubblicata il by admin Caricata in Articoli Sanitari

About admin

Lo Staff ILSC, sono soci dell' Associazione I Love Sesto Calende che ogni giorno mettono passione e impegno per promuovere I Love Sesto Calende il l primo Urban Blog della provincia di Varese. Un progetto nato nel 2012 allo scopo di promuovere on-line e sui social la città di Sesto Calende e le attività che ne fanno parte dell'associazione.

Lascia un commento