Il Miele. Proprietà e Virtù.

Buon 2014 a tutti i lettori e lettrici della Rubrica “ L’energia viene dal cibo”

L'Energia vien da Cibo!

L’Energia vien da Cibo!

Vogliamo iniziare questo meraviglioso anno tutto da scrivere…parlandovi di … un grande aiuto che viene da un piccolissimo insetto: l’ape.

IL MIELE Proprietà e virtù

Il miele è uno dei più potenti alleati della stagione in corso è un dispensatore di energia e vitalità.

E’ prezioso per le sue molteplici proprietà curative (al suo interno si trovano oligoelementi, vitamine, sostanze battericide e antibiotiche), è il più sano sostituto di zuccheri raffinati e dolcificanti ed è l’ingrediente”  più utilizzato nella cosmesi naturale, con effetti benefici e terapeutici, quindi, sia per il corpo che per la mente.

Ogni miele, ha proprietà benefiche specifiche.  E’ un ottimo antinfiammatorio per la gola, ha effetti sedativi contro l’eccitazione nervosa e l’insonnia ed ha proprietà disintossicanti per il fegato. Quelli chiari rimangono più indicati per l’estate mentre gli scuri, più ricchi di sali minerali,  ideali per l’inverno”.
Il miele di eucalipto : indicato come alleato contro i  mali di stagione come tosse e raffreddore, anche se il rimedio migliore in assoluto per le vie respiratorie è la melata di bosco, prodotta dalle api direttamente, dalla pianta e non dal fiore e per questo più scura, densa e dal gusto aromatico.

Il miele di castagno: un ottimo ricostituente, che stimola la circolazione del sangue e combatte l’anemia.

Veri e propri toccasana energetici sono il miele di erba medica, ricco di polline, e quello di rododendro, prodotto pregiato dell’apicoltura, utile contro l’artrite e come calmante dei centri nervosi.
Il miele  millefiori è il più indicato ai bambini  perché apporta il giusto quantitativo di glucosio e di sali minerali, necessari per la crescita dei più piccoli.

E poi sfatiamo il mito che il miele faccia ingrassare e cariare i denti: al contrario, è un alimento “vivo” che aiuta l’intestino a non ammalarci e ad impigrirsi.

COME RICONOSCERE UN PRODOTTO DI QUALITA’

Per riconoscere la buona qualità del miele  due sono i fattori principali per capire se stiamo acquistando un prodotto naturale: la cristallizzazione del miele e quanto riportato dall’etichetta. La cristallizzazione dipende dal quantitativo di zuccheri e acqua presenti nel miele e si tratta di un processo naturale. Se in commercio trovate un miele molto liquido è molto probabile che sia stato scaldato e che quindi abbia perso le proprietà nutritive. Questo succede quando il miele viene scaldato a più di 45 gradi, cosa che accade spesso quando si tratta di miele miscelato, il più comune in commercio, e ad indicarlo è l’etichetta. La miscelazione del miele, infatti, è soprattutto una fase industriale: se l’apicoltore sbaglia il dosaggio, piuttosto realizza il millefiori o il monoflora ma non miscela mai.

Altri Doni dalle amiche Api…

La pappa reale è la sostanza prodotta dalle api, tramite la parziale digestione di polline e miele, per nutrire l’ape regina e le larve giovani. La regina, grazie a questo “cibo speciale” vive più a lungo e raggiunge dimensioni maggiori delle altre, riuscendo in questo modo a svolgere al meglio l’importante compito a cui è deputata: riprodursi, garantendo così continuità all’alveare.

La pappa reale è un alimento ricco di vitamine (soprattutto quelle del gruppo B e vit. C), di proteine e di minerali (tra i quali calcio, ferro, ma anche potassio, sodio, zinco, fosforo, magnesio) e di enzimi. È inoltre il prodotto che si conosce in natura più ricco di acido pantotenico (vit. B5), vitamina utile per promuovere la crescita e lo sviluppo e favorire l’utilizzazione energetica degli alimenti, così come il corretto funzionamento del sistema nervoso; insieme ad altre vitamine del gruppo B stimola, inoltre, il sistema immunitario. La pappa reale, infine, è molto ricca anche di acetilcolina, un mediatore chimico dell’impulso nervoso che agisce a livello del sistema nervoso parasimpatico e ortosimpatico, utile per il funzionamento, tra le altre cose, della memoria e per il mantenimento dei ricordi.

Ha proprietà rivitalizzanti e stimolanti la crescita, antifatica; favorisce l’attivazione metabolica e la resistenza fisica, nonché le prestazioni intellettuali. Nei bambini stimola l’appetito, senza però modificarlo se è nella norma. Aumenta la resistenza al freddo e alle aggressioni esterne in genere, così come la vitalità. È pertanto indicata, come suggerisce il prof. Luciano Pecchiai (fondatore del Centro di Eubiotica Umana) non solo per i bambini, ma anche per gli anziani. Ha proprietà batteriostatiche, battericide, antimicrobiche e antivirali.

Unica attenzione da prestare è che il bambino non sia allergico ai pollini.

Un’ attenzione particolare va anche data alla qualità della pappa reale, e alla provenienza in primis. L’ideale è privilegiare quella italiana per diverse ragioni: la prima è che i controlli italiani circa i requisiti sanitari richiesti sono più elevati di altre nazioni e fatti con maggior cura, la seconda è che la pappa reale non si conserva molto, teme infatti l’ossigeno, la luce e le muffe, va conservata per questo in frigorifero e va garantita la catena del freddo nei trasporti, altrimenti decade qualitativamente.

Per questo, meno chilometri fa, meglio è. Il segreto, sarebbe quello di individuare un apicoltore di fiducia presso il quale fare scorta.

Molto utile ai bambini nel  cambio di stagione, meglio se a digiuno la mattina.

 

La propoli Propoli : antibiotico naturale efficace come antibatterico, antivirale ed antimicotico.

Sono numerosissimi gli studi scientifici e i testi clinici che hanno dimostrato l’effettiva efficacia della propoli, evidenziandone l’alto potere come antibiotico naturale.

La nostre ricette :

 IL GROG

Una gustosa bevanda calda, ottima nella cura dell’influenza.

Ingredienti per una persona

  • una tazza d’acqua,
  • 2 chiodi di garofano,
  • alcuni pezzetti di cannella
  • succo di limone
  • un cucchiaio di miele.

La classica ed intramontabile:

Torta alle mele

Ingredienti:

  • 300 g di mele
  • 150 g di farina
  • 4 cucchiai di miele di acacia
  • 250 ml di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 50 g di uvetta sultanina
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • 50 g di gherigli di noci
  • una grattugiata di cannella
  • zucchero a velo q.b..

Procedimento :

Mescolate la farina col lievito passata al setaccio. Stemperatela col latte, poi unite la scorza grattugiata del limone, il miele e l’uovo sbattuto in precedenza. Amalgamate bene il tutto in modo da ottenere una pastella piuttosto morbida. Aggiungete le mele, pulite e  a fettine non troppo sottili, l’uvetta ammollata e poi infarinata e  una grattugiata di cannella.

Versate il composto in una tortiera imburrata e infarinata, decorate la torta con gherigli di noci.

Cuocete la torta a 170° C per circa 1 ora.

Sfornate la torta, lasciatela raffreddare e poi spolverizzatela con zucchero a velo e servitela tiepida.

Naturopata Ivana Ghiringhelli ( libera professionista) 338 2629299 ivana.ghiringhelli@virgilio.it

Zerocento per appuntamenti 0331 924972

info@zerocento.info

Condividi ora su:

Pubblicata il by admin Caricata in Articoli Sanitari

About admin

Lo Staff ILSC, sono soci dell' Associazione I Love Sesto Calende che ogni giorno mettono passione e impegno per promuovere I Love Sesto Calende il l primo Urban Blog della provincia di Varese. Un progetto nato nel 2012 allo scopo di promuovere on-line e sui social la città di Sesto Calende e le attività che ne fanno parte dell'associazione.

Lascia un commento