I coltelli in ceramica

Confesso di essere sempre stato prevenuto verso i coltelli in ceramica avendoli sempre associati a questa modaiola mania di Sushi che dilaga in forma incontrollata, se te li dovessero regalare, a questo punto li vorrai provare, con l’unica avvertenza di non usarli per preparare il Sushi…

Non si è mai troppo vecchi per ricredersi ed adesso posso dire che in ogni cucina non possono mancare un paio di coltelli in ceramica.

Se vogliamo cominciare dalla storia, non si tratta di vera e propria ceramica, anche se è notorio quanto questa tagli, ma di zirconio prodotto artificialmente. Il vantaggio di questo materiale è che risulta affilato quanto mai l’acciaio potrà essere e che non perde il filo con l’uso, rimanendo sempre come il primo giorno. Il contraltare è che è un materiale privo di flessibilità e che quindi sfugge gli urti come la peste, facile che si spezzino o si perda il filo se li lasciate cadere ed in questo caso sarebbero irrimediabilmente compromessi.

Ma veniamo al taglio, la prima volta che li usi si rivelano una meraviglia: tagli sottili, precisi, senza lacerazioni. Potete prendere un petto di pollo e ritagliarci dei quadretti perfetti da impannare, fare quel che volete con del pesce o delle verdure, tagliare fettine sottili dal magatello per il vitello tonnato o fette precise dal bollito evitando che si spappoli. Dopo un po’ diventerà obbligatorio usarlo ogni volta che vorrete fare un taglio preciso prima di mettere in padella.  Senza trucco e senza inganno sono fin riuscito ad affettare il pancarré ricavando due sfoglie sottili da ogni singola fetta. Infine, ma non meno importante, non fanno ossidare la frutta e la verdura.

Il suggerimento è di tenere fermo con una mano quello che dovete tagliare e poi appoggiare dolcemente il coltello per praticare l’incisione muovendo dolcemente avanti ed indietro la lama senza mai applicare pressione, non usate il peso per incidere ma lasciate che sia il passaggio del filo a fare tutto il lavoro. Ed attenzione a lavorare sempre verso l’esterno e mai vero la mano, se vi dovesse scappare la lama gli effetti sul vostro palmo sarebbero veramente spiacevoli.

Ultimo consiglio, per preservare la lama lavorate sempre su di un piano di legno morbido e non usateli per alimenti duri come pane tipo ciabatta, torrone o noccioli vari. Insomma, provare per credere!

Paolo Maggioni

Condividi ora su:

Pubblicata il by Moroni Caricata in Articoli Regalo e Casalinghi

One Response to I coltelli in ceramica

Lascia un commento