I Fiori di Coniglio del Gianni macelar.

Prontuario del genitore esausto :

I Fiori di Coniglio del Gianni Macelar

 Per quelli a cui fosse sfuggito dalle interviste del Gianni, il Mercoledì quando c’è chiusura, il nostro dinamico Macelar invece di andare a pescare, a bere Veleno dall’Olearo, costruire navi in bottiglia o mettersi a fare i mestieri di casa si dedica alla preparazione delle prelibatezze per il fine settimana.

 Il post di oggi è dedicato ad una di quelle cose che fanno la felicità dei genitori che sono i Fiori di Coniglio.

 

 

Stiamo parlando di una carne povera di colesterolo e di grassi, ad alto contenuto proteico, ricca di fosforo potassio e magnesio e che soprattutto è carica di gusto. Cibo ideale per un bambino perchè unisce gusto e salute in un colpo solo. Qual’è però il problema classico del coniglio ? Facile, che con tutti quelle ossa è uno smarronamento assoluto da mangiare e quindi i nostri teneri pargoli tendono a rigettarlo oppure a stufarsi immediatamente lasciandone metà nel piatto. E tutto questo dopo avere passato una dose considerevole in cucina per prepararlo in umido, arrosto od in salmì.

 

Il Fiore di Coniglio non è altro che un Hamburger pressato con la forma di un fiore, la carne macinata fine che si presenta con un bel colore rosa e con un invitante profumo  fresco che sterza verso il dolce.

 

Un tuffo in padella antiaderente ben cotta e dieci minuti di cottura ed otterrete una vera prelibatezza che i bambini divoreranno voracemente evitando così uno smarronamento ben peggiore delle ossa del coniglio, quello della litania del “Papi, che si mangia stasera ? Nooo, quello dai quello no” visto che l’accoglienza sarà entusiasta.

 

Com’è il gusto visto dalla parte di un adulto ? Interessante direi,  la prima nota e che se il coniglio a volte può risultare un po’ asciutto, il mix di tagli qui lo rende sugoso al palato mentre all’esterno resta bello croccante. Il gusto è lungo, equilibrato, avvolge la lingua senza urtarla con sapori eccessivi ma nondimeno riesce a dare un quid in più di piacevolezza rispetto al classico hamburger che di solito tende ad appiattirsi su un unico gusto mono tono.

 Suggerimento di uno dei bimbi : servito con una glassa al balsamico da il meglio di se.

 Suggerimento a parte per i genitori, se ne avanza un po’ mischiatelo con macinato bovino e suino, un po’ di guanciale, cuocete con porri, carote, biete e cos’altro avete in casa ed usate il tutto per prepararvi  una scorta di raviolini del plin.

F.to.

Paolo Maggioni

Condividi ora su:

Pubblicata il by Gianni macelar Caricata in Alimentari

About Gianni macelar

Praticamente nato in "Butega", faccio il macellaio da tutta la vita per me è molto più di una passione è una vera e propria vocazione. Negli anni mi sono specializzato in frollatura della carne bovina selezionata di scottona di incrocio Piemonte, prodotta da mucche che personalmente seleziono in piccole stalle a km 0. Perché come ripeto spesso "La carne rossa buona è la più sana di tutte"

Lascia un commento